Cambia la prospettiva Home Raccomandata

09 Apr, 2010

Andrea Defranceschi sarà il nuovo consigliere regionale

Inserito da: PpF In: Politica

facebook technorati okno segnalo
Share

di Angelo Storari

Ieri sera a Bologna i ferraresi Valentino Tavolazzi ed Angelo Storari, di Progetto per Ferrara, in quanto candidati del Movimento 5 stelle per la tornata elettorale appena conclusasi, hanno partecipato con diritto di voto all’assemblea che doveva scegliere tra i candidati Sandra Poppi di Modena e Andrea Defranceschi di Bologna che sarà quello che affiancherà Giovanni Favia in consiglio regionale.

Favia infatti pur avendo come da normativa, diritto di scegliere a quale seggio rinunciare, essendo stato presentato come candidato nel listino provinciale oltre che candidato presidente, su entrambe le provincie ed avendo ottenuto su entrambe le piazze migliaia di preferenze, aveva rimesso la scelta nelle mani del Movimento.

Una strategia innovativa, rivoluzionaria per la politica nazionale, frutto di decisioni e di regole auto imposte nell’ottica della trasparenza e democrazia che guida la nuova formazione politica.
Decisioni prese a maggioranza, nella discussione e con il dialogo, non nelle segreterie di partito.

Dei 39 delegati presenti in rappresentanza della base, sui 40 aventi diritto ma in una sala comunque stracolma (oltre 100 persone che pur non essendo grandi elettori erano presenti come uditori), dopo un  dibattito sereno, domande e risposte rivolte ai due interessati da tutte le province, un dibattito scevro da teorie campanilistiche sulla rappresentanza dei territori e da pregiudizi, il voto ha individuato in Andrea Defranceschi il candidato prescelto dall’assemblea, con un voto libero, segreto e secondo coscienza.

Ribadita da entrambi i candidati e da Giovanni Favia, la volontà di rimettere al Movimento la determinazione della retribuzione per il loro lavoro di Consiglieri e di rifondere la restante quota per iniziative politiche e battaglie a difesa dei cittadini che il Movimento perseguirà.

Fermo restando ovviamente la proposta di Legge che verrà depositata appena possibile, di riduzione delle retribuzioni (legga anticasta).

Ribadita la decisione di Favia e di tutti gli altri, di sottoporsi ogni 6 mesi a verifica da parte del Movimento e rassegnare immediatamente dimissioni in caso di sfiducia, nonchè la volontà di rinunciare alla cospicua cifra (potrebbe aggirarsi nei 5 anni ad 800.000 euro) che spetterebbe di rimborso elettorale. La volontà del popolo italiano espressa da un referendum, di eliminare il finanziamento pubblico ai partiti, aggirata da una legge che lo chiama “Rimborso elettorale” va rispettata senza trucchetti e siamo l’unica forza in campo che lo farà. “Sono denari dei cittadini e noi non li vogliamo”, ha detto Favia.

Sandra Poppi resterà ovviamente al servizio del Movimento, rappresentando comunque una eccellente ed importante risorsa che troverà sicuramente altri modi per essere valorizzata.

Angelo Storari
Progetto per Ferrara
Movimento 5 Stelle

  • Ok, allora Buon Lavoro al dott. Defranceschi con buona pace di chi suli quotidiani, vedi Il Resto del Carlino di ieri, ironizza gia’ sui presunti inciampi del neo Consigliere Regionale Favia e del Movimento nel suo insieme per determinare il secondo eletto.
    Sia ben chiaro che le decisioni prese con questo metodo, a mio modo di vedere, fanno crescere un gruppo dirigente nella consapevolezza delle proprie scelte e non perche’ se ne ha semplicemente la facolta’.

  • auguri di buon lavoro ad entrambi i consiglieri;colgo l occasione per ricordare loro che il”Tursmo”e un settore di competenza esclusiva delle singole regioni e che almeno da una decina di anni è gestito dai vertici dei sindacati di categoria senza che nessuno abbia mai detto beho su scelte discutibili che hanno portato alla situazione attuale .

  • Roberto

    Le urne avevano attribuito a Sandra Poppi il doppio delle preferenze di Defrancesch, ben 717, pur disponendo della meta’ dei voti di lista del secondo
    Che 40 persone possano ribaltare l’ indicazione di 576000 elettori nn mi sembra una innovazione , nè rivoluzione ma qualcosa di gia’ ampiamente visto
    Favia aveva preso a Bologna 9300 preferenze su 38800 voti mentre a Modena 2500 su 18800 quindi doveva tenere il seggio di Bologna dove è enormemente piu’ rappresentativo
    In aggiunta si puo dire che un consigliere per genere sarebbe stato piu’ equo ….ma cosi va la politica del gia’ visto

  • giova

    La politica non si fa solo con i numeretti, vale anche il valore aggiunto della sintonia fra i membri del gruppo, ricordate J.F. Kennedy, circondato da grandi esperti in diverse materie e a lui esclusivamente leali??

  • PpF

    A volte ritornano…Ciao Roberto è dal ballottaggio a Ferrara del 2009, che non ti vediamo in PpF, che fine hai fatto? Qual è la vecchia politica? la nostra o la tua? Questo è quello che dice la rete dell’elezione del nuovo consigliere. A questo ci atteniamo. Ai vecchi politicanti che si mascherano da innovatori per infiltrare il vecchio dentro il nuovo non crediamo più. Smettila di infiltrarti… eh eh, senza rancore.
    http://www.facebook.com/home.php?#!/notes/giovanni-favia/noi-abbiamo-scelto-i-partiti-adesso-ci-fanno-le-pulci-da-loro-chi-decide/407971693658
    http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2010/04/si-faccia-una-domanda-e-si-dia-una-risposta.html

  • Roberto

    Nessuna risposta sul merito , of course Bye

  • angelo storari

    Sul merito rispondo io.
    Le due cose e situazioni non sono comparabili, sarebbe come dire se preferisco mangiare i fichi o il ferro.
    Enrtambi si possono pesare con la stessa unità di misura, il KG, tutto qui.
    A Bologna Defranceschi non ha fatto un cartellone con la sua faccia e mai dato indicazioni di votare altri perchè si era data indicazione di non disperdere voti per concentrarsi su Giovanni. a Modena le cose sono andate un pò diversamente.
    Mi spiace che salti fuori solo in momenti elettorali o post elettorali per criticare da fuori Roberto,
    Però se le tue critiche sortiscono l’effetto dell’altra volta, visto che abbiamo quasi raddoppiato i voti, criticaci eccome!!!

  • Roberto Zambelli

    Giovanni Favia poteva, alla maniera della politica “delle poltrone” fare di testa sua e decidere se candidarsi come consigliere della provincia di Modena o di Bologna e poteva scegliere sulla base di una sua pura e semplice valutazione personale che tenesse conto, ad esempio, solo del suo feeling con il secondo consigliere e invece ha deciso di sottoporre la questione ai candidati provinciali di tutta la regione
    Tu Roberto potresti sempre maliziosamente obiettare, e non solo tu, che Favia ha sottoposto la cosa ad un giudizio assembleare in quanto non gli piaceva chi aveva avuto più preferenze, ma anche se così fosse e tu ne avessi in qualche modo evidenza, di fatto Favia e il Movimento 5 Stelle hanno creato un metodo che dovrà essere seguito anche in prossime occasioni.
    Questi sono fatti e sono fatti su cui tutti e dico tutti i cittadini possono esprimere la propria opinione contribuendo di fatto al miglioramento delle nostre reciproche azioni.
    Desidero inoltre Roberto obiettare qualcosa sulla tua demagogica frase: “In aggiunta si puo dire che un consigliere per genere sarebbe stato piu’ equo ….ma cosi va la politica del gia’ visto. ”
    Senza per questo dare un giudizio di merito su Sandra Poppi che non conosco come non conosco Defranceschi penso che posso solo dirti che io conosco un pari numero di donne e uomini cui non darei mai la mia fiducia per rappresentarmi per cui il problema di genere, che esiste eccome, va risolto con soluzioni che vengono prima di decidere chi ci debba rappresentare in un consesso così importante.
    Ricordo inoltre che Favia, Defranceschi e Poppi, così come ogni altro candidato hanno firmato un documento di dimissioni che li obbliga a sottoporre al giudizio dell’assemblea il loro operato.

  • Nano

    A proposito, ricordo a Roberto che mi deve una pizza avendo perso la scommessa sulla bufala dell’apparentamento di PpF con Dragotto messa in giro alle amministrative dagli adepti della vecchia politica ideologica e dei popoli colorati politicamente, evidentemente gli elettori hanno occhi e orecchi aperti a differenza di certi strateghi della politica. Il bene comune non è nè di destra nè di centro nè di sinistra ricordatelo sempre.

  • angelo storari

    GOOD MORNING VIETNAM!!!!
    A proposito,
    bisogna sottolineare che i tempi stretti e gli accordi con il blog e gli informatici di beppe non ci hanno consentito di costruire un sito informatico sicuro dove la gente si iscrive e può votare.
    Del resto non possiamo permetterci che voti gente che non sappiamo chi sia e potrebbe essere pilotata da altre forze estranee al movimento per ragioni poco chiare.
    Ma rimedieremo presto e ci daremo un metodo affinchè le cose possano essere discusse e votate in rete.

  • valerio

    Visto chi fa le obiezioni la risposta sul merito non sarebbe dovuta, comunque mi pare che siano stati linkate almeno due pagine che, se si avesse il tempo e la voglia di leggere, parlerebbero solo del merito…ciao Roberto.

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese