Cambia la prospettiva Home Raccomandata

03 Nov, 2011

Conflitto d’interesse, il PD fa l’ice climber

Inserito da: PpF In: Politica

facebook technorati okno segnalo
Share

di Valentino Tavolazzi

Ribadisco quanto già espresso in Consiglio comunale, circa il fondato rischio di conflitto di interessi per alcuni consiglieri comunali del Pd, che ricoprono incarichi dirigenziali o rilevanti, presso aziende sanitarie, società partecipate dal Comune, organizzazioni e società private che beneficiano di contributi pubblici o hanno sottoscritto con il Comune accordi di programma vincolanti, di varia natura. La denuncia è politica, non giuridica, e riguarda il possibile conflitto che sorge quando i ruoli di controllore e controllato si confondono e vengono esercitati dalla stessa persona. Un esempio. Certamente non sarei l’unico cittadino a sentirmi in forte imbarazzo come consigliere comunale, qualora dovessi dibattere o votare documenti attinenti l’organizzazione dei servizi per l’emergenza nella nostra città, essendo al tempo stesso responsabile del 118!

 Che si tratti di un problema di trasparenza, coerenza e responsabilità (non di ineleggibilità o di incompatibilità), lo attesta il fatto che trattasi di consiglieri regolarmente eletti. Eppure la critica politica ha pieno diritto di cittadinanza, se consideriamo che i suddetti consiglieri medici hanno tenuto molteplici riunioni di partito, aperte ai cittadini (non si sa se in qualità di consiglieri comunali o di dirigenti aziendali), sulla riorganizzazione dei servizi sanitari e della rete ospedaliera. Di fatto hanno illustrato e sostenuto in pubblico, scelte e progetti di cui sono titolari le aziende da cui essi dipendono. Più correttamente avrebbero potuto sedersi tra il pubblico, come eletti dai cittadini, ed eventualmente fare domande nell’esclusivo interesse di questi!

 La replica a scoppio ritardato del consigliere del Pd Portaluppi, dirigente medico del Sant’Anna, è come al solito inconsistente. Una arrampicata sul ghiaccio, basata su argomentazioni deboli, anche sotto il profilo giuridico (spero non siano stati coinvolti gli uffici del Comune!) e farcita di insulti alla persona (“meschino espediente”, “stile diffamatorio a lui usuale”, “terrorismo mediatico”) (Leggi) . Egli sostiene che “nessun consigliere comunale ha strumenti giuridici per poter esercitare il controllo sulla conduzione delle suddette aziende”. E’ vero, tuttavia il consiglio ha il compito di controllare, in nome e per conto dei cittadini, qualità, accessibilità ed efficacia dei servizi erogati. Come può il responsabile del 118 controllare e valutare, da terzo, il servizio da lui diretto? Come può essere controllore di se stesso? Portaluppi sostiene inoltre che il consigliere comunale può “soltanto esprimere pareri, osservazioni, auspici, indirizzi, richieste o pressioni politiche, in assenza però di qualsiasi potere vincolante.” Ma quando mai? Una risoluzione del consiglio comunale può vincolare il sindaco a sostenere nella conferenza socio sanitaria una posizione pro o contro le scelte delle aziende! Come possono Portaluppi o Ricciardelli proporre o votare liberamente in consiglio, una risoluzione politica contro le decisioni dell’azienda di cui sono dirigenti e che magari hanno contribuito a prendere?

 

La critica è tutt’altro che infondata, se lo stesso legislatore ha dovuto affrontare il tema del conflitto di interessi, quando ha regolato l’eleggibilità e l’incompatibilità. Non sono infatti eleggibili alla carica di Consigliere Comunale, Provinciale e Circoscrizionale, il Direttore Generale, il Direttore Amministrativo e il Direttore Sanitario delle Aziende Sanitarie locali ed ospedaliere! Inoltre, riguardo all’incompatibilità, la legge ben individua le cause ostative derivanti dal ricoprire cariche od uffici che possono creare situazioni di conflitto di interesse tra ente ed eletto, che verrebbe a trovarsi nella  posizione di controllore e di controllato! Nel nostro caso non si tratta di direttore generale, ma di dirigenti coinvolti nelle decisioni aziendali. Per tale ragione la critica è politica. Insomma, per il Pd, “un bel tacer mai scritto fu”!

 

Valentino Tavolazzi

Consigliere comunale Progetto per Ferrara

Movimento Cinque Stelle

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese