Cambia la prospettiva Home Raccomandata

09 Ott, 2009

Ermitage: salta la mostra del Caravaggio

Inserito da: PpF In: Cultura

facebook technorati okno segnalo
Share

Ieri nominato il nuovo Cda, a rischio anche l’Islam nel 2011

ErmitageItaliaErmitage Italia: si cambia. Tante le novità uscite ieri dall’assemblea dei soci fondatori a cominciare dal nuovo consiglio di amministrazione della Fondazione e dalla clamorosa rinuncia per questioni economiche della mostra sul Caravaggio che era in programma nella primavera del 2010 al Castello Estense. Ratificate ieri le dimissioni di Pier Giorgio Dall’Acqua che era il presidente e dell’ex sindaco Gaetano Sateriale. Il nuovo Cda è stato allargato da tre a cinque membri.

 

Del vecchio organismo è rimasto solo Alfredo Bertelli in rappresentanza della Regione, mentre per la Provincia sono entrati Marcella Zappaterra, che ricoprirà il ruolo di presidente e Manuela Paltrinieri. I rappresentanti del Comune sono il sindaco Tiziano Tagliani e il vice Massimo Maisto. «Si sono valutate – ha detto la presidente Zappaterra – alcune modifiche allo statuto e le attività in prospettiva. Per prima cosa abbiamo deciso di rinunciare alla mostra con il Caravaggio perchè Provincia e Comune non sono in grado di sostenere le spese (poco meno di 200 mila euro), e di concentrarci per il 2010 esclusivamente sull’attività di ricerca». A questo punto non è nemmeno certa la mostra sull’Islam del 2011: dipenderà dal sostegno economico del governo.
Le modifiche dello statuto andranno nei consigli comunale e provinciale nelle prossime settimane: il Comitato scientifico sarà portato da 12 a 14 membri, viene prevista la figura del presidente onorario. Le nomine del Cda, invece, restano a titolo nominale, non legate cioè alla carica di presidente della Provincia, assessore o sindaco.

  • Paolo

    A parte il sospetto (non confermato da prove, peraltro mai cercate) che nutro sull’Ermitage voluto come aggiuntivo contenitore di poltrone perché ricopribile dal mantello della Kultura, rimango stizzito ogni volta che si dichiara la necessità di tanti soldi pubblici (cioè regalati) per allestire mostre importanti. A mio avviso questa totale dipendenza dai soldi a fondo perduto dimostra che sono inetti quelli che hanno in mano queste cose.
    Se si mettono in mostra cose di valore, cose che stimolano la gente di città lontane a fare il viaggio fino a Ferrara per vederle, il costo del biglietto d’ingresso realmente proporzionale al valore intrinseco ripagherà facilmente tutte le spese necessarie per l’allestimento e l’utile. Per ascoltare dal vivo un cantante famoso di musica leggera i suoi fans si lasciano spennare con gioia (facendo pure esultare d’ammirazione la mia natura malvagia). Per il normale turn over di stracci griffati si dilapidano continuamente valanghe di soldi. Oggi la quantità di persone disposte ad apprezzare cose realmente valide è maggiore che in passato. Tutti, salvo i politici, paghiamo il prezzo di ogni cosa. Non è certamente un problema pagare il prezzo di un biglietto d’ingresso al giusto prezzo, senza le demagogie che, ripeto sono la coperta con si ricoprono i poltronauti.

  • Roberto

    Purtroppo anche la mostra del Caravaggio è saltata, come la maggioranza delle cose importanti che si dovevano svolgere a Ferrara.Mi spiace dirlo ma Ferrara è una città veramente “contadina” l’importante è che due volte a settimana si faccia il mercato in centro e quelle quattro stronzate di parate storiche una domenica si e una domenica no ! Le fiere più importanti se le è accaparrate Bologna e per esempio la Fiera del turismo che si svolgeva nella città estense e che portava turismo guarda caso è passata a Ravenna !!!! Il futuro di Ferrara ???? Un enorme ospizio una città di vecchi in bicicletta. Mi spisce veramente dirlo anche perchè in Ferrara ci ho creduto …. ora sono veramente deluso ! Ha ragione Sgarbi Ferrara è una città fantasma il fanalino di coda dell’ Emilia Romagna. Meditate gente Meditate !

  • PpF

    Non siamo messi bene, ma se ognuno di noi si impegnasse a rimettere a posto una cosa, anche piccola, la corrente potrebbe essere modificata.
    Non possiamo solo prendercela con chi ci governa, cosa sanissima, dobbiamo anche intervenire, partecipare, ognuno a modo suo, con il tempo che può, allora la sommatoria di tante piccole forze darà una risultante notevole…
    Chi ha voglia di dare il suo contributo è il benvenuto. Da fare ce n’è per tutti.

  • Come volevasi dimostrare !! Anche la Millemiglia va via da Ferrara !!!! Ma che ci frega l’importante è che resta la sagra della salama,quella delle rane ….. Che schifo ! Che Tristezza !

  • Eleonora

    E’ scandaloso…i 200 mila euro li avreste recuperati in poche giornate di apertura..la verità è che quei soldi ve li tenete in tasca…
    Ferrara è gestita da degli ignoranti e contadini..
    Ma dove accidenti li mettono i soldi?? per fare rotonde??

Tags:

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • vittorio savini: ,,,aggiungo inoltre che vi è stata un' ORDINANZA del tribunale di Ferrara (artt. 676 C.P.P.) n. 250/2016 del 2 novembre 2016 a firma del giudice Pier

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese