Cambia la prospettiva Home Raccomandata

22 Ott, 2009

Ice free climbing

Inserito da: PpF In: Politica

facebook technorati okno segnalo

Pubblicata da estense.com

di Paolo Giardini

jenny-lavardaBisogna ammettere che con il consigliere comunale Portaluppi, personaggio notevole, il PD può essere invidiato dagli alleati. Sospetto che IDV farebbe carte false per averne solo la controfigura. I lettori di giornali on line non si fanno sfuggire le novità portaluppiane nell’incessante tentativo, alla Will Coyote, di opporsi all’Opposizione, segnatamente a quella di Progetto per Ferrara. Un’attività equivalente all’arrampicare a mani nude sul Grand Canyon in versione ghiacciata. Purtroppo il Portaluppi come Will è inadatto in quanto di costituzione piddì e non beep beep. Non potrebbe, ad esempio, trarre alcun giovamento dividendo il numero immaginario (*)14.500.000 (il valore in euro accolto dal sindaco per la svendita della rete del gas) per 100.000 (il numero ipotizzabile di contatori-utenti del gas a Ferrara).

Se lo facesse, il risultato (145 euro) non gli direbbe nulla di più di 145 euro. Invece, a chi fa Opposizione Reale quella cifra indica il 60% del valore presunto di ogni punto gas distribuito, che non basta neppure all’acquisto del 60% del suo contatore del gas, figuriamoci la rimanente quota del 60% di rete! E’ la sua kultura sulle Cose Reali che lo spinge ad indignarsi per le critiche di Tavolazzi alla stima gradita da Hera di 14,5 milioni di euro. Indignazioni comunque sempre comiche e imperdibili. Accusa Tavolazzi perfino di ritenersi il migliore in Consiglio Comunale! Fuochino, Will: oltre ad essere primi per meriti propri si può primeggiare anche per gravi demeriti altrui.

L’ultima performance del Portaluppi riguarda la campagna di PpF volta ad ottenere in Consiglio la libera autorizzazione delle riprese video, perché gli risulta che solo il figlio di Tavolazzi si sia presentato con la videocamera una volta concessa tale libertà! Quindi, furbescamente arguisce: “visto che concedere riprese video al pubblico presente in aula consiliare non aggiungeva granché alle registrazioni audio integrali di tutte le sedute” (non gli sfugge nulla: in effetti, si aggiungono solo immagini in movimento, potremmo risparmiare sul Musa sostituendo le telecamere coi microfoni), “così ora tutti possono apprezzare come il vero scopo fosse soltanto ottenere riprese video da usare a scopi propagandistici”. Che vergogna! Non la propaganda (che quella è ammessa), che non ci sia stato un tripudio di videocamere stimolato dalla libertà di ripresa!

La saliva del cane di Pavlov dimostra scientificamente che se mancano le videocamere Portaluppi ha ragione. Non spiega però la notorietà della videocamera del figlio di Tavolazzi. Viene taciuto, infatti, che per videoriprendere bisogna assoggettarsi ad una formalità, registrandosi all’inizio seduta e firmando apposito modulo da consegnare al presidente, il quale poi annuncerà stentoreo all’assemblea il nome dell’aspirante cameraman. A me è preclusa questa operazione, perché certa modulistica della mutua stimola il mio spirito libertario a firmare con nomi a caso. Se dovessi firmarlo adesso, per esempio, scriverei d’impulso Pietro il Venerabile – Abate di Cluny, che mi sembra il più adatto alla dizione di Colaiacovo e alla presenza dell’epigono di Will Coyote.

Paolo Giardini

 (*) Immaginario perché avrebbe senso se introdotto in un numero complesso tipo (290+14,5 i).

Per dare significato alle bufale di Tagliani bisogna moltiplicarle per “i” (radice quadrata di -1).

  • Riccardo

    Una proposta: fateci vedere i video di Portaluppi così ci rendete edotti dei suoi interventi

  • PpF

    @ Riccardo:
    Mi piacerebbe, ma purtroppo sistemare i video e pubblicarli porta via abbastanza tempo. Solitamente pubblico i momenti salienti del consiglio, anche per non annoiare.
    Prometto però che se mi rimane un pò di tempo, pubblicherò una compilation di interventi di Portaluppi. Intanto se vi va di indagare, potrete leggere i suoi interventi integrali leggendo i verbali di consiglio che ho pubblicato nella sezione documenti. Ecco i link. Con una ricerca della parola Portaluppi trovi velocemente le pagine relative ai suoi interventi.
    21/09/2009
    http://www.progettoperferrara.org/verbale-consiglio-comunale-del-21092009-1018.html
    18/09/2009
    http://www.progettoperferrara.org/verbale-consiglio-comunale-del-18092009-1009.html
    31/08/2009
    http://www.progettoperferrara.org/verbale-consiglio-comunale-del-31082009-0915.html
    20/07/2009
    http://www.progettoperferrara.org/verbale-consiglio-comunale-del-20072009-0821.html
    09/07/2009
    http://www.progettoperferrara.org/verbale-consiglio-comunale-del-09072009-0810.html
    Buon divertimento.

    Valerio

  • matteo

    Sorry for my nescience, what is MUSA? Who is MUSA?

  • Valerio

    Sistema di controllo per l’accesso ai varchi, utilizzato per monitorare gli accessi dei mezzi di trasporto in centro storico (sistema di videocamere etc…)

  • La Sincheraglia

    Ma perché hanno scelto proprio il M.U.S.A. fra i tanti sistemi in vendita?

    Il motivo è psicologico, ragazzi! Chi ha scelto è praticamente stato costretto dall’abitudine. A forza di dire e sentir dire Meglio Usare Soldi Altrui, non riescono più a liberarsi da quell’ossessione.

  • Francesco

    Grande!!!!!!!! e pensare che per il Musa che riprenderà tutti i cittadini togliendo soldini dalle loro tasce nessuno ha aperto bocca, mentre per delle videoriprese dei nostri eletti-dipendenti Il Portaluppi vuol scalare i ghiacciai a mani nude, formidabile. Forse essendo un ns. dipendente pretende l’applicazione della legge 300 ( Statuto dei lavoratori). Ma non gli è mica stato ordinato dal “Medico” di fare il Consigliere.

  • matteo

    Si in effetti ora che mi hai dato delucidazioni, ricordo di aver letto che sarebbe stata una cosa come a Milano, dove si sarebbe dovuto acquistare un gratta e perdi.. Valerio, sapresti anche delucidarci sullo stato di progressione del progetto? Ho tentato di cercare info sul sito del Comune con le parole chivave “progetto musa”, “progetto m u s a”, “m.u.s.a.” ma all’occhio mi è balenato più volte un filosofo..

    Come già espresso in un altro post, http://www.progettoperferrara.org/via-libera-della-giunta-la-vendita-di-agea-reti-1013.html, se la rete agea costasse 145 euro a nucleo famigliare, sarebbe un affare per i cittadini acquistarla. Volevo però domandare, con quale giustificazione la maggioranza propende per la vendita? Perchè al cittadino, bisogna dare una risposta. c’è modo per chiedere direttamente risposta a questa domanda al sindaco (come si è fatto con le riprese video)?

  • Carla

    Su MUSA: l’idea che mi sono fatta io è che, quando grandi città come Bologna decisero, probabilmente con ragione, di dotarsi di questo sistema, per abbattere i costi di realizzazione in queste città sia stata fatta la promessa di far installare lo stesso sistema in altre città controllate o controllabili politicamente. E così, ci siamo cascati dentro anche noi di Ferrara, dove ritengo che il sistema sia del tutto sproporzionato alle esigenze. Ecco, ottimisticamente penso solo che si volessero abbattere i costi spalmandoli su di un numero maggiore di città.

  • Valerio

    @Matteo:
    Per il Musa non ho trovato granchè, però leggiti questo che da una idea:
    http://www.regione.sicilia.it/TURISMO/TRASPORTI/arcnews/nw%20140509%20a4.htm
    e questo che non si chiama M.U.S.A. ma da una idea
    http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=3207
    poi questo, vai a pagina 39
    http://servizi.comune.fe.it/attach/mobilita/archive/allegato_a.zip
    Se vuoi delle indicazioni più precise passa dal nostro ufficio in comune e chiedi ad Angelo Storari un accesso agli atti, te lo fa immediatamente (oppure mandagli una mail a gruppo-progettoperferrara@comune.fe.it ).
    Per quanto riguarda la giustificazione della maggioranza alla vendita delle reti gas era nel programma di Tagliani: il bilancio in rosso ed il bisogno di vendere delle proprietà comunali per tirarlo su.
    Inoltre trovi altre info in questi post, veri e proprie prese di posizione di Portaluppi a nome della maggioranza:
    http://www.progettoperferrara.org/agea-reti-repetita-defatigans-1020.html
    http://www.progettoperferrara.org/agea-reti-scelta-ben-ponderata-1018.html
    Ciao.

  • Valerio

    Lunedì c’è il consiglio comunale

    http://ferrara.comune.fe.it/lib/d.php?c=eqALR

    si parlerà proprio della vendita delle reti gas.

    io sarò li a riprendere con la videocamera per mostrare ai cittadini chi ha voluto vendere e come giustificheranno la cosa

    Più siamo meglio è, il senso di vergogna cresce in maniera esponenziale al numero dei liberi cittadini presenti in aula, ad un certo punto puoi perfino annusarla, la vergogna..

  • Paolo

    Carla, tocchi un altro doloroso esempio di insipienza dei nostri amministratori.
    In tutte le città, piccole o grandi che siano, solo efficienti controlli elettronici tutelano le isole pedonali. Sono quindi un passaggio obbligato, con le relative sanzioni.
    Tutto ok, allora? Neanche per sogno.
    C’è la peculiarità della natura elettronica di questi sistemi: la tendenza dei costruttori al ribasso dei prezzi, che va di pari passo con l’obsolescenza dei prodotti. I nuovi prodotti sfornati a getto continuo costano meno dei precedenti e sono molto più potenti. In due anni, per esempio abbiamo visto che a prezzi ribassati le macchine fotografiche digitali hanno triplicato la risoluzione dei sensori CCD, le chiavette comuni hanno raddoppiato la capacità, e le webcam te le tirano dietro mentre esci senza comprar niente.
    Tutto il mondo sa che se non c’è un bisogno immediato di usare apparecchiature elettroniche bisogna aspettare, per non trovarsi poi con dei catorci pagati a prezzi inverosimili.
    A Ferrara aspettiamo ma, astutamente, ad impianto comprato da tempo (in gara per il premio Mongolino d’oro).
    Fosse vera la tua supposizione sull’accordo commerciale generalizzato del sistema MUSA, bisognerebbe adottare provvedimenti da impero ottomano: impalare pubblicamente gli amministratori che l’hanno sottoscritto!
    Come faceva la Sacra Porta coi funzionari infedeli.

  • matteo

    Valerio, grazie per i links.
    A tutti gli effetti il MUSA siciliano è un’ottimo sistema per fare cassa, presentato come progetto garante della sostenibilità ambientale.. Ferrara ha più a cuore l’area pricing, che impone il rigoroso metodo di studio di come ottenere danaro in base all’auto che hai. Questo il mio personale riassunto su quanto letto. Quindi avendo sempre una base di soldi su cui far ruotare il piatto, ormai senza torta, tutto è possibile, anche l’idea addotta da Carla. A nulla servirebbe impalare chi sottoscrive tali provvedimenti, penso che bisognerebbe far scomparire per un pò di tempo il danaro.

    Per ciò che concerne Agea reti, come cittadino, non mi basta la risposta che la vendita era nel programma. Infatti dalle linee programmatiche del mandato si evince “E’
    fondamentale che la relazione comunicativa con il cittadino
    venga gestita consapevolmente e sin dalle prime fasi del
    processo di decisione perché il cittadino è parte di quella
    decisione e deve diventare partner della soluzione di quel
    problema”.
    Alla luce del saper comunicare e sapere ascoltare, basti leggere questo articolo: http://it.reuters.com/article/itEuroRpt/idITLN71439120091023. Merita. A questo propongo in contrapposizione queste altre parole:”Soluzione dei problemi derivanti dai settori in cui Hera
    agisce nell’espletamento del servizio di erogazione gas/acqua
    come vero monopolista (allacciamento nuove utenze,
    spostamento contatori)”.

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese