Cambia la prospettiva Home Raccomandata

22 Set, 2011

Il PD blinda il Presidente del Consiglio

Inserito da: PpF In: Consiglio comunale

facebook technorati okno segnalo

di Valentino Tavolazzi

Nella commissione statuto, riunitasi oggi in Comune, il consigliere Valentino Tavolazzi di Progetto per Ferrara, Movimento 5 Stelle, ha proposto di modificare l’art. 10 comma 2 dello statuto, che regola la richiesta di cessazione dalla carica del presidente del consiglio. Attualmente servono due terzi dei componenti del consiglio comunale (27 consiglieri), solamente per presentare la richiesta scritta e consentire la votazione in aula. La cessazione poi scatta con il voto favorevole di almeno due terzi dei consiglieri.

Considerato che la maggioranza dispone di 24 consiglieri, più il sindaco, su 41, il quorum per mettere in discussione il presidente, anche in presenza di fondati e gravi motivi, è attualmente irraggiungibile dall’opposizione, che può contare solo su 16 consiglieri. Dovrebbero giungere in soccorso almeno 11 consiglieri della maggioranza, solo per presentare la richiesta di sfiducia. Di fatto una condizione impossibile da realizzarsi! 

Tavolazzi propone di abbassare la soglia prevista per tale richiesta, da 27 a 21 (maggioranza assoluta dei consiglieri), quorum che comprende necessariamente 5 consiglieri di maggioranza, ma almeno non 11! Per evitare poi che la maggioranza da sola (?), avendo i numeri, possa presentare richiesta di cessazione del suo presidente (osservazione avanzata dal Pd in commissione), ancorchè tale ipotesi appaia assai remota (non è mai successo in 60 anni!), il consigliere Ppf ha proposto che la maggioranza di 21 consiglieri comprenda almeno tre eletti nella coalizione opposta a quella del presidente.

 

Conclusione, il Pd e l’alleato di ferro Idv (ex pigna nella maggioranza) hanno votato contro, Ppf e LR a favore, Pdl, Prc, Fli, Misto si sono astenuti. Il Consiglio comunale dovrà dire l’ultima parola, ma è fin d’ora evidente la scelta del Pd di non modificare regole che blindano il presidente per un’intera consigliatura, privando l’opposizione, più 5 consiglieri di maggioranza, della possibilità di metterlo in discussione, anche per eventuali fondati e gravi motivi. Ed alla luce delle note critiche di Ppf, ma non solo (in un caso è intervenuta anche la Prefettura), su come il presidente Francesco Colaiacovo interpreti il ruolo non garantendo le prerogative della minoranza, tale posizione del Pd e dell’Idv fornisce ai cittadini elementi sufficienti per valutare l’idea di democrazia che essi hanno.

 

Valentino Tavolazzi

Consigliere comunale Progetto per Ferrara

Movimento 5 Stelle   

  • Enrico

    Proposta tanto propagandistica quanto inutile che punta alla discontinuità e quindi al fallimento di qualsiasi progetto (basterebbero 21 arrivisti per ribaltare una poltrona buona o cattiva che sia). Scegliete una persona qualsiasi e proponete una dittatura; mi sembra un’idea più consona alle necessità di un paese dove i politici continuano ad inseguire il voto degli elettori invece dei risultati!

  • Enrico

    La proposta originale era interessante per quanto ci lasciasse tutti molto perplessi: certo se non la cambiavi in corsa non avrebbero votato a favore solo 2 consiglieri, di cui uno sei tu e l’altro è Durante che oltretutto credo si sia sbagliato.

    Te lo dico perchè se le opposizioni avessero votato TUTTE UNITE io sarei stato in difficoltà, mi sarei sentito obbligato -pur essendo contrario- ad astenermi per rispetto delle minoranze.

    Vedendo invece che la votavi da solo non mi sembrava saggio consentire una modifica palesemente contra-personam sostenuta da un singolo consigliere.

    Comunque non ho davvero capito come ti sia saltato in testa di specificare il numero di consiglieri della coalizione opposta.

  • PpF

    Scusa?? puoi ripetere, ci è sfuggito il senso..

  • PpF

    Ma scusa, la coscienza è qualcosa che conosci? cosa conta chi vota cosa? cosa conta se le opposizioni sono unite o meno ( a parte che si sono astenute e non sono state contrarie a differenza da PD e c’è una bella differenza…).. mi meraviglio sempre di te Enrico!!
    Valerio

    PS la specifica del numero di consiglieri della coalizione opposta viene dal fatto che votate sempre come un esercito, mi sembra abbastanza chiaro, e da soli potete fare sempre il bello ed il cattivo tempo… coscienza appunto! Libera. Fortino o merito? Ricordi… ma tu scegli sempre il fortino. E continuerai a sceglierlo.
    La modifica contra-personam è nella tua testa. Se voleste mandare via il vostro Presidente (e sappiamo bene tutti e due che molti dei vostri lo preferirebbero alle Hawaii) basterebbe una vostra mossa, non avete certo bisogno delle nostre modifiche. Quelle servono per dare più potere alle minoranze, ma non è certo un vostro interesse, lo so.

  • valentino tavolazzi

    Non afferro il delirio del consigliere balestra, che anche oggi ha perso una opportunità politica, danneggiando il suo partito. La distinzione tra coalizioni (maggioranza ed opposizione) è prevista dallo statuto. Esso impone infatti che presidente e vice appartengano a coalizioni opposte. Ho introdotto la condizione dei tre consiglieri proprio perchè balestra ha tentato di motivare il voto contrario del Pd, sostenendo che la modifica dello statuto proposta da Ppf, avrebbe consentito alla maggioranza di cambiare il presidente solo con i propri voti. Tolto di mezzo quell’argomento, balestra non ne aveva altri, pur tuttavia ha votato contro. I gruppi di opposizione si sono astenuti con atteggiamenti assai benevoli nei confronti della proposta. In consiglio vedremo ed in ogni caso, come sempre, il Pd dovrà assumersi difronte ai cittadini la responsabilità di scelte impopolari e di casta, come è successo con il derivato, che ora è costretto a chiudere ammettendone le ingenti perdite.

  • Roberto Zambelli

    In questo periodo purtroppo non ho molto tempo da dedicare alla politica.

    Finalmente però possono dire di avere un loro spot: lo spot degli yesmen = GENIALE!

    http://www.youtube.com/watch?v=iXyE2pjPjYM&feature=player_embedded

    Manca solo ne che facciano uno per il modello C25B “Consiglio Comunale Blindato” e sarebbe perfetto!

  • paolo giardini

    “basterebbero 21 arrivisti per ribaltare una poltrona buona o cattiva che sia.”

    Il ragazzo l’ha detta grossa, chissà se comprende d’essersi palesato come arrivista, perché non ci sono troppe interpretazioni a quanto dice:
    o è una boutade inverosimile (ma perché andare nella tana dell’orso solo per sparare cazzate?), o ritiene sulla base della sua esperienza personale che la maggioranza consigliare sia popolata come lui da arrivisti coi quali se la intende bene (nonostante più d’uno dichiari, forse non del tutto falsamente, d’essere invece lì per puro amore della politica..), tanto che ne basterebbero “solo” 21 su ben 24 per nuocere agli equilibri di potere.
    Ce n’è un’altra di interpretazioni al suo dire. Ma peggiorativa. Stendiamo un velo, che per oggi basta.

  • Enrico

    Il primo commento non è mio, credo che l’amministratore possa certificarlo.

    Certo che mettermi in bocca parole non mie è davvero la miglior dimostrazione di democrazia che PPF può dare!! 😀

    Caro Valentino, ti confermi un’ottimo stratega del fallimento: un ottima idea, cambiata in corsa con un pastrocchio e gli altri che ti mollano alla guazza.

    Bene ma non benissimo, se tu la ritieni una vittoria… vedremo se ti andrà meglio in consiglio!

  • Roberto Zambelli

    Enrico Balestra,
    sii cortese ed inizia a firmarti con nome e cognome almeno qui così eviteremo inutili perdite di tempo ed eviteremo casi di omonimia che peraltro pare non ti dispiacciano così come non ti dispiace usare diversi nickname.

    Per quanto ne so anche l’Enrico che ha scritto il 23 settembre 2011 alle 20:16 potrebbe essere uno dei tanti Enrico che ci sono sulla faccia della terra e non è certo compito dell’amministratore rivelare l’esatta identità o dare riferimenti ad essa collegati altrimenti logica vorrebbe che tu, caro devastatore di nickname e/o usurpatore di nomi altrui, diventeresti facile vittima di un simile comportamento.

  • paolo giardini

    Un raccontaballe di prima grandezza questo giovanotto! E come tutti i campioni della categoria se ne sbatte delle incongruenze. Evidentemente è abituato a stare (e fare buoni affari) fra lobotomizzati a cui rifila i suoi pacchi

    Secondo lui, un alieno scrive un commento a nome suo alle 22,37. Sempre secondo lui è verosimile che ci sia in tutta la galassia un essere che scrive sia nella forma che nella sostanza alla maniera di 16dB (occorre una cerebralità ad hoc per farlo, e nella galassia non ce ne sono due perché in natura le cose inutili non si replicano, si estinguono).
    Sempre secondo lui, un’ora dopo lui medesimo in persona, nello splendore del suo fulgore democratico scrive un autorevole commento senza accorgersi d’essere il secondo commentatore, e che un presunto alieno s’è già palesato a nome suo.
    Fa conto di nulla anche dopo vari commenti.
    E’ costretto però ad accorgersene dopo il mio intervento che prendeva di mira proprio a quello del presunto alieno. E che fa allora? Ci pensa un po’ è decide di replicare usando il metodo accusatorio stalinista propedeutico al gulag, a conclusione del quale si spedivano vagonate di gente innocente in Siberia per la tutela del Partito.

    Qui il giovanotto non può mandare nessuno in Siberia, ma ad ibernare la propria coscienza sì, per continuare a raccontare delle gran balle.

    Raccontarle in giro, però. non su questo sito. Perché, nonostante i raccontaballe abbiano di costituzione la memoria corta, bisogna che faccia qualche sforzo di memoria o si prenda appunti. Visto che, come dicono a Napoli, “cà nissiuno è fesso”.

  • Enrico

    1) io mi firmo sempre e soltanto a nome mio, se cambio il nick (alias eloi) indico sempre il mio indirizzo di posta.

    2) il sommo “vecchio” può credermi o meno ma io non so chi sia 16DB… trovo davvero divertente che pensiate io abbia così tanto tempo da perdere per scrivere con molteplici nick come voi usate fare.

    3) quando ho scritto il mio commento l’altro non c’era.

    4) l’admin di questo sito può confermare la differenza ed anche cambiare il nickname del “commentatore”. se si accorge di omonimie perchè non provvede?

    5) io sono l’unico Enrico di cui tutti (almeno qui) sanno (o pensano di sapere) tutto. sempre QUI mi è successo di trovarmi ad interloquire con un fantomatico “balestra” che ovviamente non si è mai qualificato.
    caro zambelli, perchè non chiede anche all’altro “fantomatico” Enrico di farsi riconoscere mettendo il suo cognome?

    6) Comunque non cambiate discorso: l’egoarca di PpF si presenta in commissione con una proposta che nega l’ABC delle assemblee democratiche rappresentative (la sua idea applicata al parlamento italiano significherebbe che la maggioranza di turono a suo piacimento potrebbe sbracciare via non solo i presidenti di Camera e Senato ma persino il presidente della Repubblica!!).
    La cambia in corsa con un’appendice che solo un ingegnere metecatto e dirigista può concepire ed il risultato è il suo isolamento totale ed il voto in solitaria del suo aborto.
    Da oppositore del grande timoniere Tavolazzi sono venuto volentieri a fare l’unica cosa che mi apparriva di senso: applaudire!

  • Roberto Zambelli

    Che dire della ferrea (anti)logica di un consigliere PD a Ferrara per non parlare del resto?
    Purtroppo anche questo ha una sua persistente e duratura logica anche se alquanto aberrante!

  • valentino tavolazzi

    BALESTRA DEL PD USA IL WEB PER INSULTARE

    Enrico Balestra, consigliere comunale del Pd e presidente provinciale Uisp, intervenendo nel blog di Progetto per Ferrara (http://www.progettoperferrara.org/il-pd-blinda-il-presidente-del-consiglio-0922.html#comment-3168), in merito alla proposta di modifica dello statuto avanzata dal nostro consigliere Valentino Tavolazzi, ha commentato l’iniziativa in questo modo: “..la cambia in corsa (ndr la proposta) con un’appendice che solo un ingegnere metecatto (ndr è scritto così) e dirigista può concepire”.

    Gli insulti di Balestra non meritano commenti: da soli bastano al lettore per valutare la consistenza di chi li ha proferiti e, spiace per il Pd, l’acume del partito che lo ha scelto come rappresentante.

    Valentino Tavolazzi
    Progetto per Ferrara
    Movimento 5 Stelle

  • Enrico

    Parli addirittura in terza persona!!
    Sei davvero ridicolo… 😀

    Io uso il web per PARLARE, dico delle cose e tu scappi evitando il merito delle questioni.

    Non mi aspetto nulla di nuovo da un politico da prima repubblica quale sei.

    Ancora applausi!

    PS: Zambelli la prego, dispieghi la sua “logica” e accetti la conversazione. Coraggio, non abbia paura.

  • Matteo Benetti

    No Enrico, non parla in terza persona… è la lettera che ha inviato ai media. Ma è stato buono: da ”egoarca” qual’è (e ti faccio i complimenti per l’italiano forbito, ho aggiunto il logismo al mio vocabolario complesso) ha solo inviato una lettera, se il commento fosse stato nei miei confronti, stamattina stessa sarei andato a querelarti…

    Oltre che forbito sei anche un bel bugiardo, perchè tu stesso in vari commenti (di cui forse non ricordi, ma di cui IO conservo una copia di ognuno perchè sei un caso spettacolare) su estense.com ti sei tradito più volte, non hai nemmeno la furbizia di cambiare i tuoi periodi o la punteggiatura, perchè in fondo credi di essere più furbo di tutti ma non capisci che c’è gente che ha un pochino più esperienza di te in comunicazione.

    E bada bene, questo giudizio non è strettamente personale, ma viene da più parti, anche dalla stessa maggioranza a cui appartieni, da cui spesso non ti guardi le spalle….forse forse, non sei così gradito come credi di essere!

    Ti do il credito di usare bene l’italiano, ma credimi, non sei furbo come pensi di essere, l’ho ripetuto più volte, per gestire diversi nick occorre fermezza e attenzione maniacale, perchè non sempre sono gli anzianotti delle bocciofile a leggere…. Vedi ad esempio il buon clockwork che proprio ieri ha scritto due commenti identici uno con nick e l’altro come A.Rossi UDC… Oppure lo sparito ”lillo” che in realtà era marsilio, sparito anch’esso…

    Quanto rido…
    Il fatto strano è che qualcuno ti dia uno stipendio.
    Ma finirà.

    Ciao!

  • Enrico

    “Caro” Benetti, non sono uno sciocco.
    so che quello è un comunicato stampa e non un commento (il chè dimostra l’analfabetismo informatico del vostro illuminato)…
    deve avere serie manie di grandezza se scrive in terza persona comunicati stampa firmati da lui stesso!!

    comunque o “lei” DIMOSTRA che io usi nick diversi da questo (e da Eloi) oppure il bugiardo è lei.

    😛

    ps: la prego di non parlare di me (come persona) senza conoscermi o del mio lavoro senza conoscerlo.
    la invito piuttosto a venirmi a trovare, le presenterò le persone con cui lavoro e potrà chiedere a loro un giudizio spassionato su cosa pensano di me!
    questo sarebbe un comportamento onesto, mentre trovo che le sue insinuazioni tendano ad essere da farabutto.

  • PpF

    Devi avere grandi manie di grandezza se ti autodefinisci un “non sciocco”..
    Per il resto è un dato di fatto che quando entri tu in una discussione, con o senza nick name, la stessa si eleva per contenuti e scambi di informazioni intelligenti. Riesci sempre ad entrare nel merito e gli altri ti apprezzano per la tua obiettività….( 🙂 ).
    Per quanto riguarda il confronto con chi ti conosce Enrico, invece, diverse persone di cui non sospetti parlano di te in un modo se ci sei, e in un altro se non ci sei. E’ un consiglio: chiediti perché.

    Valerio
    P.S. le insinuazioni sono il tuo pane quotidiano, non fare la morale a Benetti.

  • Matteo Benetti

    Balestra……..
    Le persone con cui lavori sono il peggior giudizio a cui si possa fare riferimento!!

    E’ come se tu chiedessi di me a mia zia e mia nonna.
    Parlare è un conto, offendere è ben altro.
    Se ti da fastidio che la gente parli di te, dimettiti dagli incarichi, è ovvio che essendo un politico la gente parli di te…
    Ah ma dimenticavo, finora mai NESSUNO lo ha fatto.

    Beh caro Chiccone, i tempi son cambiati.
    Purtroppo per te. Le figure che stai rimediando ovunque fanno il paio con quelle della maggioranza che difendi quotidianamente, e ci voleva lo sgamo web per far uscire tutto il tuo spessore di chiacchiera forbita fine a se stessa.
    Detto ciò, fossi in te starei molto attento a come parli, soprattutto alle offese gratuite.

    Cordialità.

  • Fabio Benati

    a me Balestra sta simpatico. Riesce a farmi ridere anche quando mi deprimo a leggere i suoi commenti. Ma i suoi amici e colleghi come la chiamano? Enrico, Balestra, Balestra Enrico o EnricoBalestra? Della serie “essere o non essere…” se ha problemi d’identità le cerchi nel programma del PD, quello nazionale.

  • Roberto Zambelli

    Dai Matteo e Valerio ma è ovvio a tutti che la logica autoreferenziale è ferrea e pretende di chiedere giudizi a chi, per vari motivi e semmai in presenza del diretto interessato, non potrà che parlar bene di te!
    E’ per questo che fanno (anti)dibattiti senza contraddittorio. E’ per questo che hanno paura di essere trasparenti. E’ per questo che soffrono le critiche. E’ per questo che rovinano Ferrara dandosi sempre ragione. E’ per questo che occupano posti e poltrone e quando non bastano ne creano di nuovi. E’ per questo che ormai nulla più li differenza dagli altri e non a caso noi diciamo che PDL-L=PD+L. E’ per questo che blindano ogni organismo democratico a partire dal Consiglio Comunale.

  • Roberto Zambelli

    …li differenzia…

  • Enrico

    Vedo che fate di tutto per non parlare della bislacca proposta del vostro pastore sulle dimissioni del presidente del consiglio comunale.
    Non trovate che sia perfettamente in linea con le tesi dei falchi berlusconiani che vorrebbero le dimissioni di Fini solo perchè non più allineanto e se potessero rimuoverebbero subito anche Napolitano?
    Temo che l’odio per Colaiacolo, per il PD ed in generale per chiunque non la pensi come voi vi stiano portando a proporre scelleratezze peggiori dei mali che intendereste combattere!
    Su questo mi piacerebbe applaudirvi se non fosse i vostri ragionamenti sono preoccupanti e queste proposte sono pericolose.

    @Zambelli
    perchè usa due pesi e due misure?
    Applichi a sè le sue elugubrazioni e vedrà di essere più uguale degli altri nonostante tenti di autoconvincersi del contrario.

    @Benetti M.
    Mi piacerebbe contestare la sua “logica” (parola piuttosto forte in questo caso)…
    Quando lei dice che sarebbe come chiedere a sua zia o sua nonna fa un parallelo decisamente sbagliato in pieno stile PpF.
    Sua zia e la sua nonna non l’hanno scelta ma si sono trovati lei come nipote.
    L’organizzazione per cui lavoro mi ha invece cercato, provato ed infine incaricato di un ruolo che contrariamante quanto dice il suo oracolo è tutt’altro che “stabile”, dal momento che qualsiasi assemblea del consiglio può destituirmi con effetto immediato.
    Posso quindi dire senza timore di smentita che se rimango al mio posto è SOLO perchè le persone con cui lavoro mi ritengono idoneo a ricoprirlo.
    Ciò detto so, contrariamente a molti di voi, sono consapevole di avere dei limiti e di non essere nè infallibile nè impeccabile.
    Spero solo di non ritrovarmi, come purtroppo successo ad altri, a 60 anni pieno astio e rancori personali a causa di una mia eventuale collezione di fallimenti.

    @amministratore
    tu che puoi vedere le mail e gli IP di tutti, sai dirci chi sono i fake che scrivono al mio posto?
    siccome avreste modo di farlo e non lo fate… come dire… posso darvi dei poco seri e pretendere una risposta o siete messi così male che vi offendere e scrivete un comunicato stampa piccato ai giornali solo per evitare la discussione? 😀

  • PpF

    Sei un codardo, fai affermazioni e poi le ritiri con falsa ironia. Ma questo la sapevamo. Sei attaccato alla poltrona, altrimenti avresti alzato la mano una volta almeno contro la tua tribù (motivo per cui ti hanno passato di grado). E anche questo lo sapevamo. Sei bugiardo (qui gli esempi si sprecano). Hai la memoria corta, oppure sei ancora un bugiardo (vieni qua a dire che abbandoniamo il merito e attacchiamo personalmente, quando sei tu il primo ad attaccare ed a evitare i commenti miei e di Valentino, e basta che torni su a rileggerteli). Non conosci bene nemmeno la rete altrimenti sapresti che non ho la possibilità di verificare l’identità di chi commenta, a meno che non sia lui stesso a dichiararsi (e comunque non posso averne la certezza), come succede su estense.com, perchè non è richiesta identificazione con password. Almeno sei riuscito a laurearti nel frattempo? Mi auguro di si altrimenti mi chiedo come farai a fare il Presidente UISP?? Portando i tavoli e le vivande nei week end alle gare di corsa?
    Vedi, non è complicato attaccare personalmente. E’ un gioco facile. Bieco e scorretto, ma facile. E il gioco l’avete incominciato voi dalla prima scesa in campo di PpF nei confronti di Valentino (2008).
    Ora, saremo mica codardi come te?? noi siam guerrieri e combatteremo fino alla fine….XD.

    Quando vuoi entrare nel merito vatti a rileggere i primi commenti e rispondi. A te la prima mossa. Se no andremo avanti a sputtanarci a vicenda all’infinito, ma chi ha più da rimetterci?? Pensaci.

    Valerio

  • Enrico

    Penso di aver risposto a tutto: non ho tempo di cercare fra gli sproloqui di Zambelli e compagnia.
    Ripostamele e rispondo senza paura e vediamo chi scappa!
    Tu alle mie non stai rispondendo!! 😀

    PS: valerio, stai tranquillo… io faccio tutto questo per portare un pò di visite a PpF… come mi hai detto tu porto più vivacità e visite di quanto non facciano i vostri!
    Vedo valentino molto isolato e non vorrei che scomparisse…
    io senza di voi non posso stare!!! 😛

  • Valerio

    Dimenticavo. Rispondi.
    “Non afferro il delirio del consigliere balestra, che anche oggi ha perso una opportunità politica, danneggiando il suo partito. La distinzione tra coalizioni (maggioranza ed opposizione) è prevista dallo statuto. Esso impone infatti che presidente e vice appartengano a coalizioni opposte. Ho introdotto la condizione dei tre consiglieri proprio perchè Balestra ha tentato di motivare il voto contrario del Pd, sostenendo che la modifica dello statuto proposta da Ppf, avrebbe consentito alla maggioranza di cambiare il presidente solo con i propri voti. Tolto di mezzo quell’argomento, Balestra non ne aveva altri, pur tuttavia ha votato contro. I gruppi di opposizione si sono astenuti con atteggiamenti assai benevoli nei confronti della proposta. In consiglio vedremo ed in ogni caso, come sempre, il Pd dovrà assumersi di fronte ai cittadini la responsabilità di scelte impopolari e di casta, come è successo con il derivato, che ora è costretto a chiudere ammettendone le ingenti perdite.”
    Buona lettura.

  • Valerio

    La tua risposta (anche se chiamarla risposta mi fa venire i brividi..)
    “Il primo commento non è mio, credo che l’amministratore possa certificarlo.
    Certo che mettermi in bocca parole non mie è davvero la miglior dimostrazione di democrazia che PPF può dare!!
    Caro Valentino, ti confermi un’ottimo stratega del fallimento: un ottima idea, cambiata in corsa con un pastrocchio e gli altri che ti mollano alla guazza.
    Bene ma non benissimo, se tu la ritieni una vittoria… vedremo se ti andrà meglio in consiglio!”

  • Enrico

    Caro Valerio, ti sei almeno accorto che valentino ha evitato le questioni poste dal mio commento e si è scagliato contro quelle poste dall’altro fantomatico “enrico”? (hai poi guardato quella cosa dell’IP? puoi pubblicarli?)

    Comunque presto detto: è vero, maggioranza e opposizione sono sancite in statuto ma… attenzione attenzione… POSSONO CAMBIARE!
    Il voto per le dimissioni del presidente è segreto come quello per le elezioni: come si fa a controllare che 3 dei voti non siano della maggioranza?
    Lo si può controllare nella “richiesta” di dimissioni ma non è la stessa cosa in un sistema politico di eletti che -stando alle VOSTRE DENUNCE- è fatto di scambi e di tattiche tutt’altro che nobili!
    Purtuttavia il principale argomento che il Valentino non capisce perchè non (ri)conosce la costituzione e la democrazia resta un’altro, che non a caso non ha colto: garantire il principio della LIBERA ESPRESSIONE degli eletti e della loro formale e sostanziale PARITA’ a prescindere dalle APPARTENENZE POLITICHE!
    L’idea (davvero da mentecatto) di qualificare un voto di maggioranza discriminando sulla base dell’appartenenza dei singoli votanti è qualcosa di dissennato, impraticabile e rivoltante.
    E questa è la ragione per cui la proposta iniziale (che aveva un suo senso) è stata brutalmente scaricata da tutti gli altri consiglieri anche di opposizione sancendo -al momento del voto- una delle peggiori delle sconfitte di sempre del vostro consigliere in commissione statuto.
    Questo (il totale isolamento del vostro vate in commissione), caro Valerio, è un dato, non è un’opinione.

  • Valerio

    Guarda che sei davvero un fenomeno.
    Ma tu non hai forse scritto:” La proposta originale era interessante per quanto ci lasciasse tutti molto perplessi: certo se non la cambiavi in corsa non avrebbero votato a favore solo 2 consiglieri, di cui uno sei tu e l’altro è Durante che oltretutto credo si sia sbagliato.” E lui ti ha risposto spiegandoti perché l’ha cambiata, cosa c’entra l’altro Enrico (che non so chi sia perché l’indirizzo è falso e il codice di riferimento – che per inciso non è l’IP perché viene continuamente cambiato dal router – non è di nessuno di noi o perlomeno non è riconducibile negli stessi giorni a nessuno di noi).
    Detto questo non è stata scaricata, perché l’astensione – fino a prova contraria – in commissione non è una voto in consiglio.
    E’ dissennato, impraticabile e rivoltante la vostra continua parvenza di uomini liberi, che nasconde le catene del partito. Sappiamo tutti che siete liberi come i polli in gabbia d’allevamento. Questa proposta è una soluzione garantista, per evitare quello che tu paventavi. Le cose, come stanno ora, non garantiscono nessuno se non la maggioranza. Ma se hai altre idee fatti avanti, invece di attaccare personalmente.
    Le sconfitte, qualora capitino, ci fortificano. Vediamo cosa succede in consiglio.
    Voi pensate alle vostre che avete il sacco pieno e vi mangiate 10.000 voti a tornata elettorale. Il vero risultato si avrà nel 2014. Dateci una mano a darvi una mano… 🙂

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese