Cambia la prospettiva Home Raccomandata

17 Ago, 2009

L’Ato 6 chiude. Un altro buon motivo perché il laboratorio resti a Ponte

Inserito da: PpF In: Servizi pubblici

facebook technorati okno segnalo
Share

di Valentino Tavolazzi

mappatoLe sue funzioni sono da subito trasferite alla Regione, più precisamente al Comitato di indirizzo regionale per la regolazione dei servizi pubblici (LR 10/08).

Il Comitato è composto dall’assessore regionale competente, da quattro componenti nominati dalla Conferenza Regione-Autonomie locali (CRAL) tra gli amministratori locali, rappresentativi del sistema delle Autonomie locali. Il Comitato è nominato con decreto del presidente della Regione e resta in carica per cinque anni. Per la partecipazione al Comitato non è previsto alcun compenso.

Esso propone alla Giunta regionale gli indirizzi per l’esercizio del servizio idrico integrato, del servizio di gestione dei rifiuti urbani, degli altri servizi pubblici di rilevanza economica che saranno individuati con successive disposizioni legislative, ivi compresi i parametri cogenti di riferimento per la determinazione della tariffa finale.

La novità organizzativa, oltre a dar luogo ad un consistente taglio di costi (si parla di 2 milioni di euro l’anno che si spera vadano a beneficio degli utenti), apre nuove prospettive per il laboratorio analisi di Pontelagoscuro.

Come è noto PpF contesta il fatto che Hera possa trasferire il servizio a Bologna, in contrasto con le prescrizioni tecniche-operative che il sindaco ha il potere di imporre alla multi utility e/o di pretendere vengano ad essa imposte dall’Ato. Proprio in forza di questa prerogativa la nuova normativa regionale prevede che la Provincia e i Comuni partecipino obbligatoriamente, per l’esercizio dei servizi idrico integrato e rifiuti urbani, “alla forma di cooperazione della convenzione prevista dall’articolo 30 del DL 267/2000”.

La convenzione citata individua “le modalità di esercizio delle funzioni da parte dei soggetti partecipanti ed il soggetto delegato alla sottoscrizione degli atti a rilevanza esterna e dei contratti. Il costo del personale dipendente dagli enti locali partecipanti alla forma di cooperazione, dedicato all’esercizio delle funzioni previste nella convenzione, trova copertura nell’ambito della tariffa del servizio, nel limite della percentuale di costo definita ai sensi dell’articolo 28, comma 7.”

In altri termini Tagliani può bloccare subito la decisione di Hera anche in forza di tale norma, proporre al tavolo regionale l’acquisizione del laboratorio da parte del Comune (gli immobili sono già di proprietà di Acosea impianti, posseduta dai Comuni ferraresi),  assumere il personale, vendere ad Hera le analisi che ha l’obbligo di fare in quanto gestore del servizio, mettere a disposizione degli altri Comuni della provincia le prestazioni del laboratorio di Ponte (pozzi, acquedotti non gestiti da Hera, depuratori, acque di lavaggio inceneritori, percolati discariche, canali di irrigazione ecc….).

Ci sono tutte le condizioni per utilizzare al meglio il consiglio straordinario dei primi di settembre (annunciato con nostra soddisfazione  da Tagliani, sottoposto invece a svicolante valutazione da parte del presidente del consiglio comunale), allo scopo di votare unitariamente una soluzione concreta, che impedisca la chiusura del laboratorio.

Va infine ricordato che privare oggi la città del proprio laboratorio, significa sottrarre ad essa ogni futura possibilità di smarcarsi dal “controllo” di Hera, magari in occasione di una gara per l’affidamento del servizio idrico integrato che Tagliani o altri futuri sindaci vorranno fare.

Rinnoviamo l’appello al Pd ed ai suoi alleati (in prima fila l’Idv) a prendere posizione in tal senso!

Valentino Tavolazzi

Progetto per Ferrara Lista civica 5 stelle

logo-nuovo

  • Carla

    Avete qualche link sbagliato, i commenti appaiono e scompaiono

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • vittorio savini: ,,,aggiungo inoltre che vi è stata un' ORDINANZA del tribunale di Ferrara (artt. 676 C.P.P.) n. 250/2016 del 2 novembre 2016 a firma del giudice Pier

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese