Cambia la prospettiva Home Raccomandata

25 Set, 2012

Lageder, colpa di Tavolazzi che non c ‘era

Inserito da: PpF In: Politica

facebook technorati okno segnalo
Share

Ancora una volta l’avvocato Tagliani si sottrae alle proprie responsabilità, non prendendo atto delle scelte sbagliate e dei danni che arreca alla città. La vicenda Lageder, costata ai cittadini 1,8 milioni di euro per una decisione da lui presa nel 2002 (quando era vice sindaco e assessore agli affari legali), gli ha dato il destro per esibirsi nell’ennesima buffonata, riservata ai giornalisti durante l’ultimo consiglio comunale. Questa volta l’arma segreta scelta dall’avvocato per tentare di affondare la credibilità del sottoscritto e di Ppf, è l’avviso di convocazione della giunta del 22.10.02 (da me non firmato, come da allegato), nella quale egli ha precostituito la condanna alla spesa complessiva di 2.5 milioni, oltre la metà per interessi, per l’acquisto di un terreno dai Lageder.

Non disponendo di alcun argomento valido per difendere il proprio operato, Tagliani ha sventolato la prova schiacciante ai cronisti, prima accusandomi di aver partecipato a quella decisione sciagurata (Carlino 25.9 Stefano Lolli “ha esibito ai giornalisti il ‘foglio presenze’ della riunione di giunta che nell’ottobre di 10 anni fa decise di ricorrere al Tribunale. L’ultima firma è proprio quella di Valentino Tavolazzi, all’epoca direttore generale”, notizia falsa, oggi corretta dal giornale), poi accusandomi di non avervi preso parte (Telestense 26.9 “Il sindaco a fine intervento mostra un documento ai giornalisti. Un verbale di convocazione della giunta in cui si doveva discutere, proprio nell’ottobre 2002, del caso Lageder. La convocazione fu fatta anche a Tavolazzi, allora city manager del Comune, ma poi – rimarca il primo cittadino per una questione così spinosa “non è venuto…”). E mentre induceva i giornalisti a scrivere notizie false o ad omettere fatti importanti per la corretta informazione dei cittadini, in aula Tagliani dichiarava che a quella giunta del 2002 non avevo preso parte. Dunque la colpa del disastro Lageder sarebbe di Tavolazzi perché non c’era! Siamo alle comiche.

A quella giunta, come si è capito, non partecipai. Ho acquisito l’avviso di convocazione, che allego per gli organi di informazione. Nell’elenco ci sono assessori (Castagnotto, Chiappini) che non hanno partecipato a quella seduta, quindi l’avviso, come è ovvio, non dimostra alcuna presenza, come nel mio caso. Di fianco al mio nome non c’è la mia firma.  Ma la cosa più vergognosa è l’omissione, da parte di Tagliani, del fatto a lui ben noto, essendone l’ispiratore, che fin dal 4.03.02 ero stato definitivamente escluso dalle riunioni di giunta ed il  17.7.01 fu modificato l’iter delle delibere, togliendo a determine e delibere il visto di congruità del direttore generale (documenti a disposizione). Infine l’incarico di city manager mi fu revocato anticipatamente, senza giusta causa, il 5.11.02 (dunque prima del ricorso in appello di cui trattasi, datato 12.11.02), revoca di cui l’allora vice sindaco fece pagare il conto ai cittadini (l’indennizzo contrattualmente previsto a lui ben noto).

Invece di chiedere scusa ai ferraresi per l’inadeguatezza della sua amministrazione e trarne le conseguenze, dimettendosi insieme ai consiglieri del Pd che la sostengono, l’avvocato  Tagliani, ormai del tutto privo di idee per risollevare una città moribonda, persevera nell’assurdo tentativo, regolarmente sbugiardato, di coinvolgermi nei suoi disastri. Lo ha fatto quando trasmise alla Procura della Repubblica l’interpellanza sui rimborsi dei piddinatori Merli e Portaluppi, conclusasi con la certificazione della piena legittimità del mio operato ed il discredito di un intero partito. Ma anche nelle battaglie Ppf sugli esosi contratti di servizio Hera da lui voluti, sul derivato Dexia costatoci finora 2,5 milioni, da lui non chiuso, sul pagamento a Hera di 1,5 milioni per il presunto vecchio debito Ca’ Leona da lui architettato, sulla chiusura del Sant’Anna da lui voluta, sul cancrovalorizzatore di Cassana da lui ignorato, sul teleriscaldamento da lui promosso, e su mille altre iniziative politiche della nostra lista civica. I ferraresi si aspettano altro da un sindaco, almeno il minimo sindacale. Nel 2014 lo dimostreranno.

 

Valentino Tavolazzi

Consigliere comunale Ppf

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese