Cambia la prospettiva Home Raccomandata

12 Gen, 2010

Le crociate di Portaluppi

Inserito da: PpF In: Politica|Servizi pubblici

facebook technorati okno segnalo
Share

di Valentino Tavolazzi

Il consigliere del Pd Portaluppi continua la sua crociata contro Ppf e ancora una volta attizza il fuoco che avvolge l’amministrazione comunale, a seguito dei disagi  e dei danni provocati dalla maldestra gestione della vicenda neve. Va dato atto al Pd, che dopo aver difeso a spada tratta l’operato dell’amministrazione e dopo le scuse del sindaco, ammette tardivamente gli errori commessi: “potevamo fare di più e meglio (e bene ha fatto il Sindaco a chiedere scusa ai ferraresi a nome di tutti noi)….  stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni e le proteste dei cittadini e lavoreremo sia in Commissione che in Consiglio per accertare cosa non ha funzionato e per ottimizzare gli interventi futuri”.

Tuttavia il consigliere del Pd Portaluppi, non pago delle critiche e degli improperi indirizzati dai cittadini al sindaco, alla giunta, alla sua maggioranza, alla struttura tecnica del Comune e ad Hera, per “i disagi numerosi e gli incidenti in alcuni casi drammatici”, persevera nel tentativo di delegittimare Ppf e la sua scelta di stare al fianco della popolazione, fatto che ha determinato, grazie anche alle reazioni di altri gruppi di opposizione, la svolta nell’assunzione di responsabilità da parte del sindaco e della maggioranza.

Avrebbe potuto fermarsi alle scuse Portaluppi! Egli invece ripropone lo strumentale attacco a Ppf, esibendo un curioso “taglia e cuci” di estratti da dichiarazioni di varia provenienza (lettere, commenti, battute), di autori vari, appartenenti alla normale dialettica politica, a dimostrazione del suo probabile spostamento di interessi dalle piscine ai prodotti di sartoria. Il Pd, da un lato ammette la responsabilità di aver gestito male l’evento atmosferico (secondo noi con improvvisazione, superficialità e spreco di denaro pubblico), dall’altro non rinuncia a tacciare di irresponsabilità Ppf, forza di opposizione. E’ curioso che arrivi persino a chiederci un contributo: dovremmo forse spalare neve, salare strade, gestire mezzi? Se la maggioranza che governa la città non sa fare nemmeno questo, cosa dobbiamo aspettarci su temi più complessi?

 Il proprio ruolo di opposizione Ppf lo sta svolgendo, e lo ha svolto anche in questa occasione, con grande responsabilità, facendo emergere e segnalando le carenze dell’amministrazione, facendo proposte, in difesa degli interessi dei cittadini, come ha promesso in campagna elettorale. Ha condotto numerose battaglie in Consiglio insieme a Prc, Iaf, Lega e a volte Pdl (laboratorio di Ponte, svendita delle reti gas, provvedimenti urgenti per famiglie e occupazione). Da un mese la richiesta di Ppf per un Consiglio straordinario sui rapporti Comune-Hera, firmata anche da Prc, Iaf e Lega, è bloccata in attesa di due firme che non arrivano da Pdl e dai gruppi di maggioranza. Nella vicenda neve, Ppf ha chiesto la convocazione della Commissione servizi pubblici, subito accolta da Iaf, ha presentato a sindaco e giunta, in quella sede e a mezzo stampa, numerosi quesiti e richieste di approfondimento attinenti la gestione della vicenda, i contratti in essere con Hera, le modalità di controllo delle prestazioni, i prezzi pagati dalla collettività per un servizio inadeguato. Ancora non sappiamo chi era in servizio in Comune sabato 19 e domenica 20!

E il Pd, invece di fornire risposte o quanto meno di pretenderle da sindaco e giunta, allo scopo di evitare il ripetersi dei disagi ai cittadini, attacca Ppf che ha contribuito a determinare il confronto politico, come se dovessimo starcene buoni e zitti, non fare opposizione di merito e farci imbavagliare da inciuci trasversali. Tali attacchi ci riempiono di orgoglio, sono la prova che stiamo mantenendo le promesse fatte in campagna elettorale: opposizione libera, disinteressata, al servizio dei cittadini, contro la casta che da decenni blocca la città. Si rassegni il Pd, siamo solo all’inizio. Terremo, come promesso, il fiato sul collo!

Valentino Tavolazzi, consigliere comunale Ppf  

Cambia la Prospettiva

Intervento del Consigliere PD Portaluppi pubblicato da Cronaca Comune

PpF e l’emergenza neve

di Francesco Portaluppi *

Potevamo fare di più e meglio (e bene ha fatto il Sindaco a chiedere scusa ai ferraresi a nome di tutti noi) per fronteggiare l’eccezionale evento climatico del 19-22 dicembre scorso. Poiché l’emergenza è stata pesante, i disagi numerosi e gli incidenti in alcuni casi drammatici, stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni e le proteste dei cittadini e lavoreremo sia in Commissione che in Consiglio per accertare cosa non ha funzionato e per ottimizzare gli interventi futuri.
Riteniamo rilevante però anche notare che mentre giornali e televisioni riferivano di nevicate e gelo straordinari in tutto il nord Italia, blocchi di autostrade, aeroporti e ferrovie, mobilitazione di Protezione Civile e persino di esercito inviato dal Ministro La Russa a spalare neve a Milano, il contributo di PpF alla gestione dell’emergenza è stato il seguente.
PRIMA FASE (22-25 dicembre):
– PpF afferma che si tratta di una “nevicata non certo eccezionale” ed esclude che vi sia una emergenza maltempo (implicitamente negando dunque anche che blocco di autostrada e ferrovie possano aver contribuito ad aumentare il caos cittadino);
– informa la città che il maltempo è invece utile a smascherare “un deficit assai grave di opposizione, una lacuna che spiega in parte l’assenza di rinnovamento, di alternanza e di buona amministrazione nella nostra città”; subito dopo il PDL, però, chiede le dimissioni del Sindaco e si smarca così dal ruolo di oppositore deficiente che PpF voleva affibbiargli;
– diffonde notizie false affermando che “si dice che il Comune non abbia i soldi per pagare Hera e per comprare il sale” (si noti l’arguzia di quel “si dice”);
– accusa che “domenica 20 lo spargisale ha spolverato sale sui cittadini che si trovavano in centro in piena bagarre acquisti”;
– insulta i Consiglieri PD affermando che “riescono a stare immobili per quattro ore e più senza mai manifestare un moto mentale ed esprimendo il proprio voto come automi radiocomandati”;
– insulta il Sindaco definendolo “deplorevole per costituzione, anticivico per incultura, attraente come la fame, più incompetente dell’assessore Modonesi, in aggiunta ad almeno un milione di altri difetti”.
SECONDA FASE (28 dicembre): i contributi di PpF continuano
– sostenendo che domenica 20.12 i mezzi antineve non abbiano lavorato (ma allora il sale sui cittadini in shopping natalizio?);
– insultando Sindaco, assessore Modonesi e ingegnere capo del Comune, ai quali viene intimato: “escano dalla tana, ammesso che in questi giorni siano al lavoro”;
– diffondendo la notizia sbagliata e falsa (con grave offesa all’aritmetica) che “10.000 quintali di sale sparsi per 300 km … significano 30 grammi di sale sparso per metro di strada su 6 m di larghezza”: guarda caso, il risultato giusto è invece quasi venti volte maggiore;
– re-insultando il Sindaco, definito “faraone”.
TERZA FASE (5-10 gennaio): continuando a definire l’evento “una nevicata normale”, PpF
– stabilisce definitivamente che a Ferrara “non esiste un piano neve”;
– tuttavia critica aspramente un “servizio” (pudicamente non meglio identificato) che comprende mezzi spazzaneve e spargisale, noleggio e manutenzione di attrezzature, reperibilità di personale;
– spezza una lancia a favore di Hera, che a Modena ha messo in campo ben 100 mezzi dotati persino di GPS per spargere 250 tonnellate di sale; neanche una parola sul fatto che i modenesi siano comunque rimasti bloccati esattamente come i ferraresi;
– ribadisce che invece a Ferrara si è battuto la fiacca con turni insufficienti, senza far caso che in confronto a Modena, nello stesso tempo e con 35 mezzi (senza GPS), a Ferrara sono state sparse 1000 tonnellate di sale in più;
– insulta il “super gonzigliere Merli”.
In definitiva, finora PpF non ha svolto solo il ruolo critico di opposizione che gli compete e che nessuno di noi discute, ma ha anche diffuso informazioni non vere, contraddittorie e ha speculato sui disagi dei cittadini persino contro gli altri gruppi di opposizione. Prendiamo atto allora che quel progetto per Ferrara alla prova dei fatti si rivela poco responsabile, opportunista e demagogico.

* – consigliere comunale PD

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • vittorio savini: ,,,aggiungo inoltre che vi è stata un' ORDINANZA del tribunale di Ferrara (artt. 676 C.P.P.) n. 250/2016 del 2 novembre 2016 a firma del giudice Pier

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese