Cambia la prospettiva Home Raccomandata

19 Giu, 2009

Lettera aperta alla Nuova Ferrara

Inserito da: PpF In: Rete e informazione

facebook technorati okno segnalo
Share

di Valentino Tavolazzi

La Nuova FerraraComplimenti direttore, da una non notizia (sostegno di Ppf a Dragotto) pubblicata ieri, di cui abbiamo chiesto immediata rettifica, oggi il suo giornale è riuscito a ricavare una seconda notizia falsa!

I lettori sono stati “informati” che “Tavolazzi ci ripensa: il Ppf non sostiene Dragotto“.
Non sapevo che una corretta informazione comportasse la manipolazione dei fatti. Quel titolo non corrisponde alla verità semplicemente perché non c’è mai stato sostegno, dunque non c’è mai stata una retromarcia! C’è invece un giornale, il suo, che palesemente sbilanciato a favore di Tagliani, taglia e cuce ogni fatto o intervento, pur di farli quadrare con il postulato iniziale: vota tizio! Nulla ci sarebbe da eccepire se tale propensione all’indicazione di voto corrispondesse ad esplicita linea editoriale.

Al contrario corre l’obbligo di criticare il tentativo di attuarla per vie subliminali, agendo su titoli e manipolando contenuti. I lettori potranno accedere alla verità consultando il nostro sito (documento Ppf sul ballottaggio, pervenuto alla Nuova il 16.6 ed ampiamente illustrato in conferenza stampa). Lì essi potranno verificare anche la parziale e tendenziosa ricostruzione fatta dal suo giornale del dibattito in corso nel nostro blog (in poche ore 106 commenti, 71 a favore, 15 contrari, 20 interlocutori o quesiti), che il suo giornale descrive così: “Gli elettori di Ppf ne dicono di tutti i colori a proposito del ballottaggio“. Notizia poi suffragata riportando in abbondanza pareri contrari e tralasciando i favorevoli. Alla faccia della corretta informazione!

Valentino Tavolazzi

Progetto per Ferrara

  • Chiara

    Leggere La nuova Ferrara è come leggere un bollettino di partito…assurdo. Mi immagino i ferraresi che leggono solo tale giornale. Come potranno mai considerare una scelta alternativa a qualunque candidato PD?
    A quando una informazione corretta? Anche http://www.estense.com aveva giocato in questo modo sul dibattito sul sito.

  • paolo giardini

    “Chi vuol esser lieto, sia. Del doman non v’è certezza…”

    Valentino, non è solo chiaro, è addirittura abbacinante il fatto che il Sistema attuale PIACE alle redazioni locali. E poiché Tagliani è l’unico (mannaggia…) destinato a raccogliere il testimone del Sistema, sui giornali non vedrai mai un suo difettino neanche a cercarlo col lanternino. Ma, essendo irrimediabilmente piccolo e nero, per dargli sportivamente una mano bisogna pur cercare di far vedere piccoli e neri anche gli avversari, no?

    Mettiti nei panni di quei poveri diavoli nei giornali! Deve essere una pena per loro leggere, tutti i giorni, valanghe di lettere interessantissime e accorate inviate dai lettori e non poterle pubblicare! E per di più col patema che si sparga la voce che non hanno volutamente pubblicato migliaia di lettere contro Tagliani!

  • Uno dei mali principali di quest’italietta è la stampa, come dice anche Beppe da tempo.

  • Carla

    Sì, anch’io ieri ho visto l’articolo sulla Nuova Ferrara, strumentale che di più non si può, e allora ho capito il perchè di certe reazioni.
    Solidarietà a tutti voi di PpF (specifichiamo bene) da parte mia.

  • Gigi Manservigi

    Certo che se è vero che la Nuova pende tutta dalla parte di Tagliani e Zappaterra, non mi dite che il Carlino non fa altrettanto per Dragotto e Malaguti. Sul fatto che i giornalisti italiani siano tutti prostrati davanti al padrone di turno, non abbiamo dubbi, ma non vorrete mica sostenere che la sinistra ha il predominio sui mezzi di informazione, spero?!
    E anche per quanto riguarda i messaggi subliminali, anche il Sig. Tavolazzi non ha mica scherzato in questa preparazione al ballottaggio: c’è forse qualcuno a Ferrara che ha dubbi su come voterà lui domenica?
    Da parte mia dico che la credibilità che si dovrebbe concedere a chi viene da un lungo periodo di opposizione e si candida a governare, Dragotto e Malaguti se la sono mangiata promettendo tutto ed il contrario di tutto pur di raccogliere consensi da quegli stessi che fino a poche settimane prima gliene dicevano “politicamente” di tutti i colori e, come non bastasse, li sputtanavano anche come persone. Insomma, dalla padella alla brace.
    Perchè promettere (ma è solo un esempio dei tanti possibili) di chiudere l’inceneritore di Ferrara entro due anni significa mentire sapendo di mentire se a parlare sono i partiti che stanno usando anche l’esercito per aprire nuovi inceneritori e per disseminare centrali nucleari in giro per l’Italia.
    In tempi di crisi economica, disoccupazione galoppante e fatica ad arrivare a fine mese, poi, mi sento comunque più protetto da una coalizione appoggiata dai sindacati, piuttosto che da una alleanza di destra.
    Insomma, stiamo attenti a non fare come il proverbiale marito che, pur di fare dispetto alla moglie, si voleva tagliare gli ammenicoli!

  • Jacopo Feletti

    Grazie a Carla e Chiara!! ..e avanti con le donne nella cosa pubblica..

  • matteo

    Se non vi sconcerta ammetto di leggere la nuova… Mi piace la pagina aperta.
    Ma cos’è che muove un giornalista ad essere fazioso? Se non ricordo male, alla base della deontologia dovrebbe esserci il principio di obiettività.

  • Athos Tromboni

    Anche oggi, un bel “Retromarcia” sul nome di Valentino Tavolazzi, l’immagine figurata di un ripensamento che non c’entra niente con la verità. Un’affermazione inventata impostando la replica a Valentino non sulle sue parole scritte e quindi inequivocabili, ma sulla INTERPRETAZIONE che il cronista di turno fa delle parole di Tavolazzi. Siamo alla merda, cari colleghi de La Nuova Ferrara… continuate a disinformare!

  • Giovanni

    parlerete pure di disinformazione eh, però non avete una gran figura! e poi come mai sul sito di dragotto ci sono i vostri 4 punti, con tanto di lettere di dragotto a Tavolazzi?
    http://www.giorgiodragotto.it/index.php?pg=35

    e va bene, l’antipolitica, ma vi è una qual certa differenza tra una parte e l’altra, mi pare evidente. non voglio certo la destra a governare la mia città ma voglio anche un’amministrazione più limpida e onesta, per questo vi ho votato. non perdete, per errori veri o presunti, la fiducia delle persone che vi hanno votato.
    saluti

  • matteo

    Rif. 9 Giovanni

    Hai letto il thread: http://www.progettoperferrara.org/verso-il-ballottaggio-0616.html

    Quella è vera informazione. Inoltre si chiariscono le posizioni e alcuni dubbi in merito a quei quattro punti.

  • Marisa Toffanin

    Indro Montanelli diceva “Il giornalismo italiano nasce servo”.
    Faustini dovrebbe cambiare l’intestazione del giornale con “La Nuova Piazza Municipale” organo del canditato sindaco di Ferrara del PD: solo così potrà dire di essere trasparente e obbiettivo.

  • marsiliomg

    malgrado i suoi sforzi e le sue dichiarazioni di essere assoluta tamente super partes, il neo direttore della Nuova non riesce a celare la sua propensione per la sinistra e per Tagliani. Per cortesia ridateci Valentino Pesci!!!!

  • Avete provato a visitare o blog dei partiti, quando ci sono? O quella farsa di Citybook del comune, gestita da Chinelli, il cugino di Maisto? Sono penosim ci scrivono sempre tre o quattro persone.
    Qui c’è il sale della democrazia, ovvero il confronto, la ginnastica mentale, la palestra per il cervello.
    Obama ha vinto con la rete, la rete!!!!
    vogliono tenerci ignoranti e ottusi, perchè siamo manipolabili. Ma il vento cambia. Ormai sfido a trovare qualcuno che si fida di quel che legge su un quotidiano.
    Io dico a tutti i ferraresi:Siate diffidenti. La fiducia è una cosa seria e va data a dosi omeopatiche. Ad esempio,Grillo è il mio idolo in un certo senso, ma secondo me a fatto un errore grossolano a sostenere De Magistri, che sarà un flop pazzesco, invece di Vulpio, che mi convince assai di più.
    E quindi dico a tutti i ferraresi, dalla prossima settimana PPF avrà un ufficio in Comune. Venite a conoscerci, troverete porte aperte. Poi venite ad una delle nostre riunioni, cosa avete da perdere? Volete incidere sulle decisioni? Entrate in PPF. PPF è un progetto d’inclusione, non d’esclusione. God bless u all.

  • Piero

    Ma di cosa vi lamentate,da quando si è insediato il nuovo responsabile alla Direzione della Nuova ” Organo Partito” ha fatto arretrare la sinistra di circa il 9% rispetto al risultato raggiunto da Sateriale. Mi ricordo l’editoriale di insediamento dove strombazzava la sua direzione come super partes per passare immediatamente alla sponsorizzazione di Francescini, Tagliani e company, ci ha inculcato per mesi la stessa manfrina, arrivando fino a pontificare la gestione ultradecennale di Sateriale, tanto da farci rimpiangere Valentino Pesci. Evidentemente a Trento dove era addetto all’ufficio stampa della Provincia, invece di occuparsi dei problemi di Trento seguiva le vicissitudini del Comune di Ferrara.
    Poi il giornalista della stampa nostrana, non contento ha cominciato a pubblicare con titoli a tutta pagina, sondaggi elettorali falsi dove i sui delfini ( Tagliani-Zappaterra) avrebbero vinto al primo turno, mentre le liste civiche si sarebbero fermate all’1% tranne una, abbiamo visto come è andata non ne ha beccata una, non aveva previsto che i cittadini mentre lui era a Trento a studiare i problemi di Ferrara, loro aprivano gli occhi. Questa è disinformazione Super Partes
    Io personalmente da un mese a questa parte ho rinunciato ad acquistare la Nuova di regime, fate come me e vedrete che ci penserà il suo editore a cambiare la linea editoriale.

  • Giovanni

    Ragazzi, mi sono digerito i programmi dei due ballottanti, vi ho letti tutti (voi su questo post) e ho finalmente raggiunto le mie conclusioni. Anche se probabilmente non ve ne frega niente, vi dico che non seguirò l’indicazione di Tavolazzi & Co (perchè di indicazione si tratta anche se mascherata).
    Se è di novità che c’è bisogno, qui di nuovo non vedo niente, mentre sale al naso una certa puzza di stantio che sa di marcio.
    Politicanti di professione, che devono le loro carriere interamente alle spinte dei partiti, promettono e scambiano senza vergogna posti pubblici in cambio di voti. Per qualche voto in più, sarebbero disposti a scrivere nel loro programma “io sono un cretino”, sicuri come sono che raggiunto il loro scopo i cretini risulteremo comunque noi, che ci alziamo presto la mattina per andare a lavorare per 1200 euro al mese e non faremo mai carriera perchè i posti dirigenziali se li terranno comunque loro. Alla famiglia però ci tengono, ah la famiglia, quella si. Infatti, in più di una lista si sistema non solo il papà, ma anche i figli o le figlie, e comunque stai tranquillo che nei posti di dirigente di cui sopra ce li troverai tutti.
    Solo un’ultima considerazione. Fatevi un favore: siate meno arroganti e non crediate che perchè vi chiamate grillini, o civici , la verità e l’onestà debbano necessariamente essere vostro appannaggio esclusivo. Anche tra voi ci sono i furbi e gli approfittatori, così come anche nei grandi partiti c’è gente onesta che crede in una politica al servizio dei cittadini.

  • Paolo Schiavi

    Caro Giovanni, per quanto ci riguarda, intendo per quanto riguarda Ppf del quale sono stato candidato oltre che uno di quelli più duramente impegnati nella (piccola) macchina elettorale, Le chiedo, se riesce, di sospendere il Suo giudizio.
    Credo che in Italia, comprensibilmente, nessuno riesca a guardare chiunque si impegni in un’attività politica senza diffidenza; avverto tutta la Sua e cercherò di mettere da parte la mia, quella che mi spinge a cercare tra gli interventi degli sconosciuti anche le provocazioni di persone mandate dai partitoni tradizionali a disturbare ed indirizzare la discussione.
    Mi permetto, ripeto, di chiederLe di sospendere il Suo giudizio di qualche settimana, massimo qualche mese, fino all’inizio dei lavori del consiglio comunale, cioè fino a quando potrà verificare seduta dopo seduta, atto dopo atto, che Progetto per Ferrara chiunque sarà il futuro sindaco, oltre a non sedere su nessuna comoda poltrona (rifiutata esplicitamente per rimanere completamente liberi), si manterrà fedele fino all’ortodossia al proprio programma democraticamente deliberato, ed opererà con totale coerenza nell’interesse dei cittadini senza tornaconti di alcun genere, sempre dagli scranni dell’opposizione.
    Concludo dicendoLe che non siamo grillini, anche se abbiamo la certificazione ed aderiamo ad una serie di valori portati avanti da Beppe Grillo, e che siamo sicuri che l’onestà non è certo appannaggio esclusivo nostro; in questi mesi di lavoro politico ho incontrato tanta gente ed ho compreso quanta ne esista di onesta e sincera dalla sinistra più radicale fino alla destra più estrema.
    Rendendo ancora più evidente come il cieco senso di appartenenza a questi tradizionali campi ideologici generi oramai soltanto pregiudizi funzionali, al momento del voto, alle ambizioni dei politici di mestiere, di destra o di sinistra, ai quali noi non apparteniamo.
    Ci tenga d’occhio Giovanni, e forse, chissà, cambierà le Sue idee sul significato e sull’onestà della nostra azione.
    Cordialmente, Paolo Schiavi

  • Roberto Zambelli

    Giovanni,
    mi sembra giusto che tu abbia fatto le tue valutazioni e che tu, proprio secondo la tua personale coscienza e libertà così come consigliamo noi, ti rechi nella tua sezione per esprimere il tuo voto.
    Io l’ho appena fatto e sono soddisfatto di avere adempiuto ad un mio diritto (per me anche dovere).
    La tua convinzione che la nostra sia una indicazione di voto mascherata appartiene a te, ma immagino che tu, basandoti su di un pregiudizio che a ragione impera dalle tue come dalle nostre parti non abbia letto con attenzione quanto c’è scritto nel nostro comunicato stampa ufficiale che trovi al link: http://www.progettoperferrara.org/verso-il-ballottaggio-0616.html Rileggilo con attenzione e vedrai che avrai motivo di ricrederti.
    Premesso abbiamo sempre detto che in caso di ballottaggio avremmo presentato questi 4 punti ai due candidati senza per questo chiedere nessun tipo di scambio e mantenedo integra la nostra indipendenza e premesso che ci sarebbe molto piaciuto che i 4 punti qualificanti fossero firmati da entrambi i candidati, ti chiedo ti fare un piccolo esercizio di astrazione e di considerare quale sarebbe il tuo parere sulle seguenti ipotesi:
    1)tutti e due i candidati firmano i nostri quattro punti e PpF da la notizia dicendo di recarsi al voto per esercitare il proprio diritto in libertà e coscienza
    2) come sopra ma non diciamo di andare a votare
    3) come sopra ma diciamo di andare al mare.
    4) nessuno dei due candidati firma e via con le tre ipotesi esattamente come sopra 4) 5) 6)che
    7) Tagliani firma i 4 punti e via con le ipotesi 7) 8) 9)
    10) Dragotto firma i 4 punti e via con le ipotesi 10) 11) 12)

    So di aver esagerato come al solito ma prova a scegliere quale ipotesi ti piacerebbe di più filtrando il tutto con il giudizio che hai espresso sui politici e aggiungendo anche le tue propensioni politiche, vedrai che la nostra è stata un scelta fuori dai soliti schemi e dalle solite logiche coerente col nostro passato ma soprattutto con il nostro futuro da oppositori e portatori di un modo nuovo di fare politica al servizio del cittadino.
    Il fatto di avere 5 anni a disposizione per convincerti di questo mi conforta anche relativamente alle altre questioni che poni. Per i Grilli Estensi, che sono un’altra cosa rispetto a noi, evito di dilungarmi in quanto ho già postato troppo, ma ti confermo, da quello che stiamo scoprendo in questi giorni ed ore, che rientrano purtroppo nella categoria dei comportamenti politici così come li hai definiti tu.
    Noi siamo di pasta diversa, siamo una lista Certificata 5 Stelle da Beppe Grillo e questo è per noi un onore e un onere che siamo felici di impersonare e rappresentare.

  • Roberto Zambelli

    Giovanni scusa ma mi ero dimenticato che “8)” = 8) nel linguafggio delle faccine.

  • Nelson

    Giovanni, prima dichiara che ha votato PpF (Rif.9) poi , dopo che a letto i due programmi dei due candidati spara a zero sempre a PpF( Rif 15) QUESTO E’ UN INFILTRATO DOC, ecco perchè sotto il naso sente puzza di stantio che sa di marcio, sono 60 anni che se la porta dietro.

  • Paolo Giardini

    rif. 19 Nelson
    non sono molto d’accordo con le conclusioni affrettate e questa, anche se a favore di PpF, mi sembra che lo sia. In fin dei conti Giovanni, rif. 15, si palesa solo sconcertato. E’ il minimo che può capitare quando una lista si muove al di fuori degli schemi STD. E infatti Giovanni è costretto a mettere in un fascio grilli e PpF: per chi guarda dall’esterno senza conoscere le persone caratteristiche dei due gruppi, è necessario dedicarsi con uno studio a tempo pieno per discriminare fra lista certificata grillo e grilli estensi.
    Gli schemi mentali sono mappe, e come per le mappe memorizzate nei navigatori satellitari la strada indicata da percorrere è sempre una sola, anche se ce ne sono tante. Bisogna sentire come sbraita il mio Tom Tom se per tornare a casa non percorro la via proposta perchè ne scelgo un’altra: “al primo incrocio tornare indietro” ammonisce. Si riadegua non appena la minor distanza prevale e gli fa riallineare la mappa.
    Lo stesso vale, con i debiti distinguo, per le persone. Credo che a Giovanni si debba offrire comprensione: gli abbiamo negato la chiarezza.

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • vittorio savini: ,,,aggiungo inoltre che vi è stata un' ORDINANZA del tribunale di Ferrara (artt. 676 C.P.P.) n. 250/2016 del 2 novembre 2016 a firma del giudice Pier

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese