Cambia la prospettiva Home Raccomandata

04 Mag, 2011

Mauro Cavallini insulta

Inserito da: PpF In: Politica|senza categoria

facebook technorati okno segnalo
Share

Gentile direttore, le chiedo cortesemente di ospitare la mia replica all’intervento di Mauro Cavallini, pubblicato oggi dal Carlino. Non entro nelle sue argomentazioni a sostegno della chiusura del Sant’Anna e del pronto soccorso, invitandolo semplicemente a recarsi a Modena, dove due ospedali eccellenti convivono a 7 Km l’uno dall’altro, entrambi con pronto soccorso. Del resto Cavallini non fa altro che recitare un copione stantio preparato dal suo partito, che sempre a Modena ha fatto scelte diverse, pensando al bene dei cittadini. La lettera di Cavallini conferma il divario culturale e di capacità politica, esistente tra i quadri del suo partito a Ferrara e a Modena.

 Mi limito a replicare alle considerazioni che Cavallini espone riguardo alla mia persona. Egli mi definisce “un ex manager del movimento cooperativo ferrarese, rivelatosi in passato non all’altezza del ruolo ricoperto e che da qualche anno ha deciso di intervenire su tutte le questioni della città, sin da quando si rivelò di nuovo non all’altezza di un ruolo ricoperto stavolta nell’amministrazione pubblica.”

 L’ex segretario dei Ds Mauro Cavallini è stato catapultato, per fedeltà politica, dalla poltrona di partito a quella di consigliere di amministrazione di una grande azienda quotata in borsa (Hera), con una retribuzione attorno ad 80 mila euro l’anno, senza possedere alcuna esperienza professionale idonea, né capacità manageriale dimostrata. Tuttavia oggi si lascia andare a dichiarazioni lesive della mia reputazione professionale, che mirano a squalificare l’avversario politico (con grande onestà intellettuale nemmeno citato per nome), piuttosto che contestarlo nel merito con argomentazioni a sostegno delle proprie tesi. In questo Cavallini è ligio alla strategia comunicativa da sempre in auge nel Pd, che predilige gli insulti al confronto.

 La mia storia professionale è alla portata di tutti (www.progettoperferrara.org). Quindici anni trascorsi ai massimi livelli manageriali e di amministrazione nella più grande cooperativa d’Europa (Cmc di Ravenna), con grandi soddisfazioni e riconoscimenti. Ho lasciato l’azienda nel 2000 chiamato in soccorso del sindaco Gaetano Sateriale del Pd, già alla frutta dopo pochi mesi dal suo insediamento. Anche in Comune, nella prima fase, il mio lavoro è stato apprezzato da tutti (compreso Cavallini che lo ha dichiarato pubblicamente http://www.progettoperferrara.org/?s=cosa+dicevano+allora). Ma quando il cambiamento cominciò a sentirsi, Sateriale, Tagliani e Chiarini, anche lui manager (Agea prima, Hera poi) miracolosamente scaturito dall’esperienza politica di assessore soffrittiano, decisero di togliere di mezzo un ostacolo imprevisto alla svendita di Agea ad Hera, alla stipulazione di contratti di servizio penalizzanti per il Comune, alla omissione di gare di appalto per l’affidamento di servizi. Insieme decisero di revocare anticipatamente l’incarico di city manager, senza giusta causa, facendo pagare ai cittadini il conto dell’indennizzo contrattualmente previsto. Cavallini, capogruppo dei Ds in Comune e segretario del partito, mise il timbro politico all’operazione.

L’ex consigliere di Hera Mauro Cavallini ha espresso giudizi infondati e diffamanti nei miei riguardi, lesivi della mia reputazione professionale. In assenza di sue pubbliche scuse, gli offrirò volentieri la possibilità di dimostrare quanto afferma nelle sedi adeguate.

Valentino Tavolazzi

Consigliere comunale Progetto per Ferrara

Movimento 5 Stelle       

  • giulio

    se confrontiamo le frasi che cavallini lancia su tavolazzi a quelle che quest’ ultimo riserva ogni giorno a tutti i dirigenti del PD ritraendoli come opportunisti, come coloro che non fanno mai l’ interesse della comunità, soldatini di partito, membri della casta stiamo freschi

  • Lino

    Un conto sono i giudizi politici, un’altro la menzogna e la diffamazione delle persone, chi le fa si deve prendere le proprie responsabilità. Mi risulta che proprio recentemente il Tribunale di Ferrara ha archiviato l’ennesima querela per diffamazione sporta contro Tavolazzi, pertanto quello che lei afferma sono sue personali valutazioni prive di ogni fondamento. Cavallini avrà l’occasione di dimostrare quanto affermato.

  • giulio

    anche quelli di cavallini sono giudizi politici. Ognuno è libero di giudicare se qualcuno sia stato all’ altezza del lavoro svolto o meno. Questo vale per quello che ha fatto tavolazzi nella cooperazione ma soprattutto quando è stato pagato con i soldi dei cittadini. La libertà di opinione mi sembra un principio importante e dispiace che siano proprio quelli di PPf che la vogliano limitare o censurare.

  • Lino

    Egregio Giulio, se ci sarà una querela nei confronti di Cavallini, sarà un Giudice a stabilire se sono giudizi politici o diffamatori, finora sempre lo stesso Giudice ha stabilito che quelli espressi da Tavolazzi non sono diffamatori, e non tocca ne a me ne a lei stabilirlo, aspettiamo l’eventuale sentenza, poi chi ha sbagliato pagherà.
    Per quanto riguarda le sue reiterate esternazioni sull’operato di Tavolazzi, basta guardare il curricula e fare un giro in internet per verificare che certe affermazioni sono menzogne gratuite dette al solo scopo di delegittimare e diffamare una persona, quindi ripeto, che chi le afferma deve risponderne. A me risulta, a differenza di Cavallini e forse anche di lei, che Tavolazzi è stato un dirigente di primo livello nella CmC di Ravenna e come tale ha ricoperto la carica di Presidente e Amministratore Delegato della Monoceram SpA e per questo sedeva nel CdA del Gruppo Cisa Cerdisa SpA socio di maggioranza della Monoceram, contemporaneamente ricopriva anche l’incarico di Presidente e Amministratore Delegato di GED SpA dove socio oltre alla CmC era il gruppo RDB SpA, come vede tutte società a capitale cooperativo e privato. Basta guardare il CUD 1999 postato in questo sito che percepiva uno stipendio da Dirigente più alto di quello percepito in Comune. Subito dopo l’esperienza come Dirigente con contratto in Comune, dal curricula si rileva che ha ricoperto la carica di Amministratore Delegato di una società del Gruppo Manini Spa leader nazionale nel settore, della prefabbricazione, nonchè consulente di alcune società. Sta a Cavallini dimostrare all’eventuale Giudice che quanto sopra non è vero e che è stato un fallimento e se non ci riuscirà diventa diffamazione.
    Ho fatto la stessa ricerca per verificare il curricula di Cavallini con esito negativo, non esiste, da alcune informazioni avute dalla stampa risulta che grazie alla sua attività politica nel PD culminata con l’ elezione a Segretario, ora è un semplice dipendente di Unipol la cooperativa famosa per il caso Consorte ,D’Alema e C, e attualmente, ma non so se distaccato da Unipol e/o in aspettativa, sta occupando alcune poltrone d’oro di nomina politica, fino a ieri nel CdA di Hera, non si sa il motivo della sostituzione in così poco tempo, ora, sembra che occupi un’altra poltrona politica in una società collegata sempre di Hera, nessuno ha capito ancora per quali meriti professionali e/o competenze specifiche, magari se lei lo conosce personalmente potrebbe contribuire a spiegarcele.

  • giulio

    sig. lino
    Non so perchè lei sa tutti questi particolari sulla carriera di Tavolazzi e lo difende con cotanto ardore, forse lei è il figlio?la moglie? la signora delle pulizie? in ogni caso si sa che le nomine nella cooperazione sono spesso politiche o comunque sponsorizzate da qualcuno. chi ha sponsorizzato tavolazzi nella sua carriera nella cooperazione? siamo sicuri che sia tutto merito?.. in ogni caso a mi pare che chiunque possa fare osservazioni e valutazioni di questo tipo no?..non mi metterò di certo io a difendere cavallini e il suo curriculum poichè non sono nè sua mamma nè lui stesso.
    Il punto è che se lei ritenesse diffamatorie le affermazioni fatte da cavallini non userebbe la stessa “lama” per criticarlo con accuse di demeriti professionali. Ma vedo che i sillogismi e la logica non sono il suo forte.

  • Lino

    Egregio Giulio, ho utilizzato il link http://www.progettoperferrara.org/cosa-dicevano-allora-1-0425.html suggerito oggi in un articolo del Carlino Ferrara e ho trovato alcune dichiarazioni fatte dall’allora Consigliere Comunale Cavallini;

    16.10.00 – Il capogruppo consiliare Ds Mauro Cavallini ” Il gruppo consiliare dei Ds non ha espresso sfiducia nei confronti del city manager ..e del sindaco” “..riscontriamo che Tavolazzi sta facendo un buon lavoro..”

    Se stava facendo un buon lavoro, come può aver fallito, delle due l’una.

    O forse oggi, l’esternazione poco felice di Cavallini è causata dall referendum sul Sant’Anna che ha richiamato 14.500 cittadini in piazza a dire la loro? Se fosse cosi, mi viene da dire che è solo malafede intellettuale.

    Le consiglio la lettura di tutta la rubrica ” Cosa dicevano allora” troverà interessanti chicche, l’ impressione che ho avuto è che, il city manager ( Tavolazzi ) voleva fare fino in fondo il lavoro per cui era stato assunto e veniva pagato, e si è rifiutato di fare solo il portaborse della politica, a quel punto si son rotte le uova nel paniere.

  • Lino

    Sig Giulio rilevo che lei è della stessa pasta di quelli del PD, sapete solo mettere in campo la malafede intellettuale se c’è l’avete, non sono ne figlio, ne moglie, ne amante come ha qualche suo conoscente che ha messo in piedi due o tre famiglie. Le mie informazioni le ho prese in questo sito http://www.progettoperferrara.org/wp-content/uploads/2009/01/curriculum-valentino-tavolazzi.pdf
    e basta leggerle, quello che non vuole fare.
    Non sono certo come lei se nella Cooperazione valga di più la sponsorizzazione che il merito, io credo che valga di più il merito in quanto sono aziende private, e lì 2+2 deve fare 4, altrimenti chiudono e di esempi recenti non mancano nemmeno da noi. Nel caso di specie, Tavolazzi, ha lavorato in aziende che erano SpA, provi lei a farlo senza portare risultati a fine anno e vedrà se non le daranno il buon servito. Le coop sono Scarl, per me non c’è alcuna differenza dal punto di vista dell’efficienza economica, forse per lei si. Mi auguro che qualche Dirigente Coop non se ne abbia a male visto la considerazione che ha lei.
    Sono certo invece che il merito non serve, ma servono sponsor politici e ubbidiente militanza politica per sedere nei Cda delle Società a capitale pubblico, quelle sicuramente non falliranno mai, i bilanci anche se chiusi in rosso li ripianerà sempre e comunque pantalone, e il paraculato di sudditanza politica rimarrà al suo posto fino a quando non ne salterà fuori un’altro.

    Io non sto difendendo nessuno, è lei che continua a denigrare la professionalitò di una persona senza elementi a supporto, e a voler far passare che quello che ha detto uno è uguale a quello che ha detto l’altro. Le ho dimostrato che non è vero con esempi concreti, ma non serve perchè lei continua a blaterare, continui pure, saranno i lettori a valutare.

  • giulio

    ma quanti lino ci sono! sarà un caso di omonimia!

    “Tavolazzi è stato un dirigente di primo livello nella CmC di Ravenna e come tale ha ricoperto la carica di Presidente e Amministratore Delegato della Monoceram SpA e per questo sedeva nel CdA del Gruppo Cisa Cerdisa SpA socio di maggioranza della Monoceram, contemporaneamente ricopriva anche l’incarico di Presidente e Amministratore Delegato di GED SpA dove socio oltre alla CmC era il gruppo RDB SpA” queste informazioni io non le ho trovate nel vostro sito, se lei non è proprio tavolazzi o un parente avrà di certo una lunga carriera come biografo!!!

    p.s. non credo affatto che se una società è un spa (come nel caso di Ged, Monoceram) o addirittura quotata (vedi coopcostruttori) questo possa essere considerata una garanzia di efficienza e merito, fuori da logiche politiche. Sono convinto che le cose vadano in modo ben diverso.

  • Walter

    @Giulio

    “tutti i dirigenti del PD ritraendoli come opportunisti, come coloro che non fanno mai l’ interesse della comunità, soldatini di partito, membri della casta”

    perché invece cosa sono? mi faccia sapere il suo parere sui dirigenti del PD che ci stanno governando da 60 anni e ci hanno spolpato il patrimonio comunale giocando al lotto con i nostri soldi (derivati) e tappando i buchi svendendo proprietà che hanno pagato con le tasse i ferraresi prima di noi (reti gas per esempio). Magari Tavolazzi non sarà un gran che ma che lo dica Cavallini, insediato in consiglio comunale dal 1995 (http://www.gruppohera.it/gruppo/corporate_governance/cda/pagina51.html) mi viene da dire che il PD affila le armi con attacchi personali perché ha perso gli argomenti politici… lei invece cosa ne pensa? dov’era Cavallini quando si decidevano le linee politiche che hanno portato a decidere di chiudere il S. Anna, di triplicare l’inceneritore, di aprire una turbogas, di attivare un derivato divora-bilancio .. etc.. etc.. etc… e cosa ha votato?

  • giulio

    @walter lei è totalmente off- topic. In ogni caso anche io a suo tempo sono stato d’ accordo con la vendita delle reti, e con l’ apertura della turbogas. Come poi la maggioranza dei cittadini di questa città visto che la sinistra vince le elezioni. E aggiungo che sono assolutamente convinto che il sant’ anna debba chiudere in via giovecca, costerebbe troppo a proposito di soldi pubblici..
    ma soprattutto a noi cittadini chi garantisce che lei con i suoi compagni tavolazzi ecc ecc saprebbe governare meglio? avete esperienze amministrative?
    se la sinistra vince le elezioni da così tanti anni non le è mai passato per la testa che magari governa bene e i cittadini apprezzano? o pensa di essere solo lei l’ “illuminato” della situazione”?

  • Ermenegildo

    @Lino Ma che pretese ha? Lei cerchi pure ma non troverà niente, che tipo di curricula può avere uno che la maggior parte della vita l’ha passata come funzionario di partito e poi a un certo punto, non riuscendo il partito a fargli lo stipendio e non avendo posti disponibili in “carriera” non so assessori o altro, lo sistema in una grande cooperativa “amica”, ecco, questo è l’unico legame di “sponsorizzazione” che può esserci tra partito e una coop, legame che esiste in tutti i campi e i settori, scagli la prima pietra chi è senza peccato.
    Vede, seguendo la logica di Giulio, uno che entra in un CdA di una grossa azienda pur a capitale pubblico si pensa che abbia grandi capacità manageriali, quindi, non si capisce perchè la Coop che ha assunto il politico su sollecitazione del partito, invece di designarli un incarico dirigenziale, lo relega in una piccola agenzia periferica se non per parcheggiarlo, a dimostrazione, che la tesi di Giulio fa acqua da tutte le parti, anche nelle coop i bilanci devono quadrare e giustamente, essendo un’azienda privata che opera in un mercato non protetto come quello delle multiutility, infatti, spesso ricorrono a manager che il mercato offre.

  • giulio

    @ermenegildo ??..non la capisco…ma voi di ppf parlate in codice??

  • Nano

    @Giulio Ha scritto

    “Come poi la maggioranza dei cittadini di questa città visto che la sinistra vince le elezioni. ”

    Ma di cosa parla, la maggioranza dei cittadini disinformati su tutte le porcate messe in atto dalla sua maggioranza, non ultima la chiusura del Sant’Anna.

    Il vento sta cambiando, i cittadini si stanno svegliando e oggi governate rappresentando solo il 30% dei cittadini aventi diritto al voto, grazie a una legge che anche voi avete contribuito a fare per autoriprodurvi e governare anche senza el consenso della maggioranza reale dei cittadini, bella soddisfazione.

  • Lino

    @Giulio

    Se lei invece di giocare con la palla di cristallo nella ricerca delle inesistenti parentele, si prodigasse ad informarsi, magari utilizzando il motore di ricerca google, avrebbe la possibilità di verificare di persona le notizie che io ho scritto e trovato, oppure smentisca con i fatti e non con parole da venditore di zucche vuote.

    Anche sulle Aziende private dimostra di avere una grande confusione nella testa , non comprende la differenza tra una SpA e una Scarl che mai e poi mai potrebbe quotarsi in borsa,e questo la dice lunga sulla sua credibilità, la informo ufficialmente che la Coop Costruttori non è mai stata quotata in borsa, in questo caso si fidi non perda tempo a cercare la notizia nel web.

    Io non so se la vostra esperienza nell’amministrare sia così efficace come lei descrive, so però che come cittadino mi lasciate un debito comunale di 160 milioni di euro, pur avendo venduto o svenduto come dice qualcuno, tutte le aziende comunali che lo dovevano ripianare, il risultato della vostra gestione è che, ci rimane il debito notevolmente incrementato e non abbiamo più le nostre aziende, ecco, in questo caso se il Comune fosse stata una Spa, con una performance di questo tipo vi avrebbe mandati tutti a zappare nel quadrante est a cercare il cvm dove c’è un asilo che da anni aspetta di essere aperto, altra chicca della vostra amministrazione, capisce ora la differenza tra privato e pubblico? Nel privato o vali e porti risultati , oppure ti spediscono senza biglietto di ritorno, non ti cercono un posto in cui parcheggiarti e non ti dicono nemmeno che prima hai lavorato bene poi invece hai fallito, quella è gente seria e che lavora.

  • Ermenegildo

    @Giulio Non è una novità che non capisca quello che legge, l’ha già ampiamente dimostrato fin dal primo commento, pensi che l’ha capita mio figlio che ha 5 anni, più chiaro di così.

  • Walter

    Giulio, Giulio, Giulio, Andreotti?… ahah scusi la facile ironia, io non parlo inglese, e se off-topic è una offesa la perseguirò nelle sedi dovute.
    La sinistra pensa di aver vinto tutti questi anni davvero credendo che il popolo apprezzi? E’ per questo che nell’ultimo referedum che ha organizzato la lista di Tavolazzi, tutti hanno votato per chiudere il S. Anna? il popolo ha sempre votato a sinistra, compreso il sottoscritto, perchè aveva la sinistra nel cuore e si identificava in valori che la sinistra non ha più. E perchè le informazioni erano parziali e non vere, con la collaborazione dei media. Ha sempre votato la sinistra per identificazione e ignoranza. Il gioco psicologico da voi portato avanti sta finendo. Il popolo si sta svegliando piano piano, e la sinistra a Ferrara perde 10.000 voti a turno elettorale. Continuate così, siete sulla strada giusta per fare felice Tavolazzi. E Grillo. E perdere voti per colpa di un comico e di un ex city manager da voi chiamato perchè considerato una valida alternativa ad un sindaco debole e poi scaricato perchè intaccava le varie sedie dei vari politicanti di professione, non fa onore alla grande Sinistra. La degenerazione si è completata. Alle urne nel 2014 vedremo se lei ha ragione o altri 10.000 voti si volatizzeranno a favore di destra, liste civiche e astenuti. Non è certo con i soldatini-Cavallini di turno che vi rialzerete, nè attaccando personalmente gli avversari. E’ criticando voi stessi, epurando il vostro partito dei mangia soldi di professione, smettendo di passarvi le poltrone fra di voi, e ascoltando i cittadini che sono sempre meno dalla vostra parte.

  • Leonida

    Pensavo che il consigliere Balestra si chiamasse Enrico ed invece scopro che si chiama Giulio. Io nel sito ho letto quello che lui non trova sul consigliere del M5S Valentino Tavolazzi: “Nei 16 anni di intenso lavoro ho ricoperto vari incarichi in Italia ed all’estero, tra i quali direttore commerciale di sede, direttore tecnico-commerciale del gruppo, presidente ed amministratore delegato di società collegate (Ged s.p.a., Monoceram s.p.a.).” Con il tempo che Giulio dedica a girare per siti mentre é al lavoro, mi stupisce che non abbia ancora capito come funziona. In verità mi raccontano di certe figure che fa nelle commissioni, ed allora capisco.

  • il vecchio

    Ehhh! Ma guarda chi si legge e si rilegge per poi rileggersi ancora più volte! La firma è diversa ma la mano scrivente è sempre quella. Ce n’è una sola a Ferrara così agitata dal disturbo ossessivo-compulsivo coadiuvato da Sindrome di Pinocchio, e senza freni inibitori!
    Come va ragazzo? Sempre in preda alla visione di quel radioso futuro promesso dal gotha della nomenklatura?

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • vittorio savini: ,,,aggiungo inoltre che vi è stata un' ORDINANZA del tribunale di Ferrara (artt. 676 C.P.P.) n. 250/2016 del 2 novembre 2016 a firma del giudice Pier

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese