Cambia la prospettiva Home Raccomandata

06 Nov, 2011

Parte la petizione online “Salviamo il Sant’Anna”

Inserito da: PpF In: Sanità

facebook technorati okno segnalo

E’ la petizione online e presso i banchetti in centro, la nuova iniziativa del M5S per salvare l’ospedale Sant’Anna ed il pronto soccorso in città. Il flop del trasloco, l’improvvisazione e l’incapacità dimostrate nello “scandalo di Cona”, sono fonte di grande preoccupazione per il futuro dell’assistenza sanitaria ed ospedaliera in città. Da sempre denunciamo i gravi disagi subiti dai cittadini a causa dell’incompiuta ventennale e del progressivo degrado dell’ospedale storico, abbandonato al suo destino. Ferrara, dopo aver patito a lungo l’assenza di un ospedale degno di un paese civile, dovrà in futuro subire, anche per l’assistenza ospedaliera di base, il disagio di una mega struttura obsoleta, realizzata a 10 Km dalla città, in vent’anni e in un posto sbagliato senza collegamenti, costata alla collettività mezzo miliardo di euro, infrastrutture comprese.

La scelta devastante, compiuta nel 2000 dal sindaco Sateriale, dal vice sindaco Tagliani e dalla maggioranza che li sosteneva, di raddoppiare Cona e chiudere il Sant’Anna, ha ubbidito alla pressione regionale ed alla spinta speculativa sull’area pregiata di Giovecca, piuttosto che all’obbiettivo di dare una adeguata assistenza ospedaliera alla città. Nemmeno i conti tornano. Cona infatti costerà assai di più del Sant’Anna, a causa del contratto dei servizi da pagare a Progeste (23,6 milioni anno) e dei pesanti affitti Inail (Cona e San Pellegrino). Dovremo insomma farci carico di maggiori costi (più tasse) per una sanità peggiore!

Al tempo stesso in città rimarrà il deserto per molti anni o peggio una clinica privata al posto dell’ospedale! La fantomatica “Casa della Salute” non sarà disponibile prima di 4 o 5 anni, ed a regime le sue porte saranno sprangate di notte e nei festivi. I lavori di ristrutturazione dell’anello storico per realizzarla, non sono finanziati e richiederanno tempi lunghi per il completamento. Nel frattempo quali servizi ospedalieri resteranno in città? Gli anziani (a Ferrara 1 su 3) dovranno correre al pronto soccorso di Cona per un taglio, una colica, o recarsi nella Valle della Morte per una chemioterapia in day hospital? Tutto senza adeguati collegamenti e trasporto pubblico con l’aggravante di parcheggi a pagamento? Sono 50 mila/anno le prestazioni oggi erogate ai ferraresi al Sant’Anna e 15 mila gli accessi non gravi, notturni e festivi, al pronto soccorso! Ma il comico della vicenda è che stiamo già pagando un direttore della “Casa della salute che non c’è”!

E’ incredibile poi che in vent’anni nessuno abbia pensato alle strutture didattiche per la Facoltà di medicina, che ovviamente deve seguire i pazienti a Cona. Si scopre ora che occorre un Polo didattico da 3500 metri quadrati (15 milioni di euro), da finanziare e realizzare! Che migliaia di studenti e specializzandi, oltre al disagio del pendolarismo quotidiano riversato su inadeguate vie di comunicazione, non potranno contare su parcheggi, spazi, tecnologie ed apparecchiature di ricerca adeguati. L’università non è ancora entrata in possesso del terreno. Mentre Bologna e Modena ci portano via le scuole di specializzazione che avevano fatto grande la nostra facoltà. E nel frattempo l’esodo di medici ospedalieri ed universitari esperti e stimati, ha raggiunto picchi mai visti.

Un colossale fallimento che imporrebbe le scuse ai cittadini da parte del Pd, dei suoi amministratori locali, in regione e nel Parlamento, dell’intera classe politica ferrarese che nell’ultimo decennio ha gestito l’operazione Cona. Il Movimento 5 Stelle prosegue nella sua dura battaglia per mantenere l’ospedale Sant’Anna ed il Pronto soccorso in città. Abbiamo organizzato online (http://www.progettoperferrara.org/salviamo-il-s-anna-1101.html), e presso i nostri banchetti in centro al sabato pomeriggio, la petizione popolare “Salviamo il Sant’Anna”, che in forza dello statuto, sarà discussa nell’assemblea della Regione, dove si batteranno i nostri consiglieri Favia e Defranceschi. Invitiamo tutti i ferraresi a firmare la petizione per salvare il nostro ospedale ed il pronto soccorso!

Valentino Tavolazzi, consigliere comunale Progetto per Ferrara

Movimento Cinque Stelle

  • Armando

    Il mantenimento del solo pronto soccorso non ha nessun senso. Un pronto soccorso senza rianimazione, radiologia, laboratorio analisi, specialisti ecc, oggi in particolar modo è INUTILE. Sia solo per una componente medico-legale, oltre che medica, nessuna patologia degna di afferire in un PS, può essere trattata e neanche diagnosticata senza i suddetti supporti logistici e specialistici. Il PS da solo diventerebbe una parrocchia dove tutti accedono per comodità chiedendo al povero medico di turno di risolvere il loro problema. Il medico dal canto suo senza strumenti non potrà far altro che inviare a Cona! Bilancio nella migliore delle ipotesi: qualche faringite curata tempestivamente!

  • Massimo

    Dove a letto Edoardo che parlano solo di pronto soccorso quella è la proposta del Palazzo con la farsa della Casa della salute, io ho capito che PpF chiede un p.s. vero supportato da una struttura ospedaliera utilizzando il blocco delle cliniche universitarie invece di farlo diventare clinica privata a pagamento, basta andare nella vicina Modena o Bologna per verificare che hanno due e più strutture ospedaliere pubbliche che coesistono e offrono una sanità d’eccellenza, non credo che loro siano più stupidi dei ferraresi.

  • Massimo

    Dimenticavo. Lei ha scritto “Il medico dal canto suo senza strumenti non potrà far altro che inviare a Cona! Bilancio nella migliore delle ipotesi: qualche faringite curata tempestivamente!” Questo succederà proprio con la casa della salute nei giorni lavorativi e con la guardia medica di notte e nei festivi essendo la “casa ” chiusa e questo comporterà un aumento dei tempi di intervento.

  • Massimo

    Chiedo scusa, erroneamente ho sritto Edoardo invece di Armando, mi ha tratto in inganno un commento letto precedente dello stesso tenore, sarà un caso, a firma Edoardo su estense.com
    http://www.estense.com/?p=177470

  • Armando

    Io personalmente penso che sia molto difficile che visti i tempi “molto duri” mantengano praticamente 2 ospedali. Perchè se il PS deve essere supportato da tutta la logistica e la specialistica di cui parlavo prima si tratterebbe di un altro ospedale. Penso che Cona non è stata certo una buona scelta, anzi è stata infelice e costosa ma ormai c’è.Sarà scomodo per tutti per chi dovrà lavorare e per l’utenza che usufruirà dei servizi e per un periodo non breve. Ma nonostante questo Cona è il futuro e non ci resta che lavorare per ridurre,migliorare e risolvere le tante difficoltà che si presenteranno.

  • PpF

    Facciamo così Armando: tu occupati di “lavorare per ridurre, migliorare e risolvere le tante difficoltà che si presenteranno” (per questo potrai contare anche sul nostro aiuto perché noi vogliamo che Cona possa diventare un fiore all’occhiello).
    Noi intanto cerchiamo di mantenere aperto il S. Anna (da quello che ho capito non potremmo contare sul tuo aiuto per questo, ma non ci lamentiamo).

  • Carlo

    @Armando E’ vero i tempi “molto duri” ci sono solo per la salute dei cittadini ma non per i partiti che continuano a “prelevare” miliardi di euro come rimborsi elettorali. Cona è il futuro? Certo, per le tasche dei contribuenti per mantenerlo, io credo che tra qualche anno inizierà un’opera di ridimensionamento proprio come sta avvenendo all’ospedale del Delta.

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese