Cambia la prospettiva Home Raccomandata

28 Ott, 2010

Pfoa, che fine hanno fatto le analisi?

Inserito da: PpF In: Ambiente e salute|Servizi pubblici

facebook technorati okno segnalo
Share

di Valentino Tavolazzi

Che fine hanno fatto le analisi mensili dei famigerati Pfoa (acido perfluorottanico) e Pfos (perfluorottano sulfonato) nell’acqua potabile, interferenti endocrini presenti in quantità industriali nel Po? Sono passati sei mesi da quando Ppf ha sollevato il problema. Si ricorda che il Pfoa è tossico, mutageno, cancerogeno, teratogeno, se respirato o bevuto o mangiato col pesce e nella catena alimentare. Il Pd e l’Ato avevano promesso ai cittadini analisi con frequenza mensile. Dove sono i risultati? Un partito di governo come il Pd, che ha la responsabilità di garantire la salute dei cittadini agendo sulle istituzioni che amministra, per mesi ha ignorato e coperto i rischi segnalati da Ppf, utilizzando spesso menzogne ed attacchi personali. La prima analisi fatta sul Pfoa nell’acqua potabile ferrarese fu quella richiesta nel marzo scorso da Ppf, con una forte iniziativa politica ed istituzionale.

Hera non aveva mai controllato il Pfoa, pur consapevole della contaminazione delle acque del Po da parte di Pfoa e Pfos, accertata anni addietro dal CNR a livelli record in Europa e nel mondo. Il Pfoa in particolare, da molti anni viene scaricato in quantità industriale dalla Solvay di Spinetta Marengo.

Contro l’azienda la Procura della Repubblica, con la recente richiesta al Gip di rinvio a giudizio di 38 indagati per avvelenamento doloso e mancata bonifica (fino a 15 anni di reclusione), ha accolto i punti cardine dell’esposto presentato da Medicina democratica, con riferimento a cromo esavalente ed altri inquinanti.

Non accettiamo la giustificazione che Pfoa e Pfos non siano stati controllati in quanto non normati dalle leggi italiane: la loro nocività per l’uomo è alta e scientificamente accertata. Non vogliamo ammalarci a norma di legge. Pfoa e Pfos sono presenti nella nostra acqua potabile. Il primo inquinante è stato accertato, nel campione eseguito su nostra richiesta, con una concentrazione di 14,5 nanogrammi/litro. Lo stato del New Jersey, USA, raccomanda una soglia limite di 40 nanogrammi/litro.

A seguito della nostra iniziativa Asl ed Ato avevano confermato, in commissione consigliare, che occorrono controlli sistematici e periodici su molti “nuovi” inquinanti. Pfoa, Pfos ed altre decine di molecole industriali scaricate nel fiume, minacciano ogni giorno e gravemente la nostra salute. Del nuovo progetto con i pesci sentinella, rispolverato negli ultimi mesi da Hera a seguito della chiusura del laboratorio di Ponte, non si sa nulla!

Sollecitiamo il Pd, la maggioranza, il sindaco, i rappresentanti ferraresi nel parlamento, la regione Emilia Romagna, ad attivarsi presso il governo, al fine di indurre le istituzioni competenti per territorio a monte di Ferrara, ad intervenire e bloccare immediatamente gli scarichi industriali che avvelenano l’acqua del fiume e minacciano la salute dei cittadini. Ferrara è particolarmente colpita da questi atti di distruzione delle risorse naturali (tale è il Po) perché preleva l’acqua di rubinetto per il 70-80% direttamente dal fiume.

E soprattutto vogliamo conoscere i risultati delle analisi fatte da aprile ad oggi.

Valentino Tavolazzi, consigliere comunale Progetto per Ferrara Movimento 5 Stelle

  • matteo

    Vado off topic e vi propongo di monitorare le centraline ARPA: ho notato che le concentrazioni di polveri pm2.5 sono in aumento in una certa relazione unitaria(ovviamente per altro) con il pm10. Questo dato mi preoccupa allo stesso modo del pfoa.
    pm10: VILLA FULVIA (VIA DELLE MANDRIOLE) 37microg/m3
    pm2.5: VILLA FULVIA (VIA DELLE MANDRIOLE) 32 “”
    pm10: JOLANDA DI SAVOIA – GHERARDI ( GHERARDI) 29
    pm2.5: JOLANDA DI SAVOIA – GHERARDI ( GHERARDI) 23

    Ciò che mi premeva rendere evidente e che se 50 microgr/m3 di pm 10 sono dannosi, quanto lo sono in rapporto 50 microgr/m3 di pm 2.5? Questo è riferito a sabato 23/10 e dom 24/10 dati arpa zona villa fulvia.

  • io ho bevuto la falda sotto la basell perchè i tubi dell’acqua potabile erano rotti tanta gente si è suicidata o ha avuto un cancro cosa c’era nella falda?

  • paolo giardini

    Grande casalini! Se l’ha bevuta, l’ha automaticamente depurata! Spero poi non abbia pisciato in fabbrica sennò siamo daccapo.
    Uno che già riesce a mani nude ad accedere alla falda alcune decine di metri sotto la basell e poi a berla è una risorsa preziosa per la nazione oltre che per la basell stessa. E’ già stato allertato il museo di storia naturale, oltre a striscia la notizia e le jene, che c’è un tale claudio casalini capace di fare questi miracoli. Gli conviene però rendersi irreperibile: vogliono rapirlo gli abitanti del quadrante est, interessatissimi alla sua specializzazione per fargli bere la falda che hanno sotto casa. Comunque si procuri qualche colluttorio. Non si sa mai che la “branchino”: la falda è più liquamosa della sottobasell e piuttosto scurettina.

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • vittorio savini: ,,,aggiungo inoltre che vi è stata un' ORDINANZA del tribunale di Ferrara (artt. 676 C.P.P.) n. 250/2016 del 2 novembre 2016 a firma del giudice Pier

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese