Cambia la prospettiva Home Raccomandata

21 Gen, 2010

Ppf alle regionali con il simbolo di Grillo

Inserito da: PpF In: Politica

facebook technorati okno segnalo

da Estense .com

La lista di Tavolazzi presenta i candidati in corsa per la Regione

I partiti cominciano ad accelerare le manovre in vista delle regionali del prossimo marzo, così come i movimenti e le liste civiche che intendono concorrere per qualche seggio in via Aldo Moro.  Non fa eccezione Progetto per Ferrara, lista capitanata da Valentino Tavolazzi, che in occasione del voto regionale aderisce in toto al Movimento a Cinque Stelle promosso da Beppe Grillo e presente in tutte le circoscrizioni dell’Emilia Romagna.

Il consigliere comunale apre la conferenza stampa, presentando il candidato governatore e gli aspiranti consiglieri regionali del collegio provinciale. “Il mio nome sarà inserito solamente all’interno del “listino” del Presidente – precisa subito Tavolazzi – quindi sarò eletto solo nell’ipotesi di successo del nostro rappresentante alla presidenza della Regione.

 È una scelta dettata dall’impegno che ho preso con i cittadini ferraresi che mi hanno votato e intendo rispettare il mio impegno in Comune fino alla scadenza della legislatura. Noi siamo fortemente contrari alla “casta” e soprattutto a chi fa della politica una professione vera e propria”.

Su questo preciso tema gli fa eco Giovanni Favia, bolognese appena ventottenne, candidato al ruolo di Governatore. “Ci impegniamo per eliminare i privilegi e più in generale gli sprechi legati alla politica, a cominciare dagli stipendi d’oro, dalle nomine strapagate nei consigli delle società pubbliche e cercando di limitare il carrierismo politico. A tal proposito stiamo valutando un’azione legale – spiega l’esponente di Grillo – circa la legittimità della candidatura di Errani, che ha già alle spalle due mandati, il massimo cioè consentito dalla Legge. Senza contare l’aspetto etico di questa terza investitura, bocciata persino da una norma interna al Pd”.

Insieme a Massimo Zeri, Angelo Storaci e Tommaso Mantovani, candidati della lista per il collegio ferrarese, Favia passa poi a elencare i punti salienti della sua azione politica.

“A differenza di Pd e Pdl, che si arruffano per le candidature, senza avere ancora presentato alcun programma agli elettori, noi abbiamo già pubblicato sul web gli obiettivi e le priorità per l’impegno in regione. A cominciare dall’ambiente dove è necessario un nuovo piano per i rifiuti, con raccolta porta a porta, stop alla politica dell’usa e getta e incentivo per un riciclaggio pressoché totale. Ciò, oltre a contribuire a migliorare decisamente l’ambiente, permetterebbe anche un forte incremento occupazionale. E sempre in tema di economia dovranno essere valutate le strategie per mantenere le aziende in Italia, come ha fatto Elettrolux, attraverso una conversione del piano aziendale, in linea con le esigenze legate a tecnologia e ambiente. E poi la politica del mattone. In Regione esistono migliaia di edifici sfitti o in disuso. Prima di cementificare anche solo un metro quadro di terreno – spiega il candidato bolognese – occorre analizzare le possibilità di recupero dell’esistente. In questo modo si può inoltre combattere efficacemente contro le cosche malavitose infiltrate nel settore dell’edilizia”.

Nei prossimi giorni i rappresentanti della lista saranno impegnati presso i banchetti in centro città, per la raccolta delle mille firme necessarie per ufficializzare le candidature.

I partiti cominciano ad accelerare le manovre in vista delle regionali del prossimo marzo, così come i movimenti e le liste civiche che intendono concorrere per qualche seggio in via Aldo Moro.

Non fa eccezione Progetto per Ferrara, lista capitanata da Valentino Tavolazzi, che in occasione del voto regionale aderisce in toto al Movimento a Cinque Stelle promosso da Beppe Grillo e presente in tutte le circoscrizioni dell’Emilia Romagna.

Il consigliere comunale apre la conferenza stampa, presentando il candidato governatore e gli aspiranti consiglieri regionali del collegio provinciale. “Il mio nome sarà inserito solamente all’interno del “listino” del Presidente – precisa subito Tavolazzi – quindi sarò eletto solo nell’ipotesi di successo del nostro rappresentante alla presidenza della Regione. È una scelta dettata dall’impegno che ho preso con i cittadini ferraresi che mi hanno votato e intendo rispettare il mio impegno in Comune fino alla scadenza della legislatura. Noi siamo fortemente contrari alla “casta” e soprattutto a chi fa della politica una professione vera e propria”.

Su questo preciso tema gli fa eco Giovanni Favia, bolognese appena ventottenne, candidato al ruolo di Governatore. “Ci impegniamo per eliminare i privilegi e più in generale gli sprechi legati alla politica, a cominciare dagli stipendi d’oro, dalle nomine strapagate nei consigli delle società pubbliche e cercando di limitare il carrierismo politico. A tal proposito stiamo valutando un’azione legale – spiega l’esponente di Grillo – circa la legittimità della candidatura di Errani, che ha già alle spalle due mandati, il massimo cioè consentito dalla Legge. Senza contare l’aspetto etico di questa terza investitura, bocciata persino da una norma interna al Pd”.

Insieme a Massimo Zeri, Angelo Storaci e Tommaso Mantovani, candidati della lista per il collegio ferrarese, Favia passa poi a elencare i punti salienti della sua azione politica.

“A differenza di Pd e Pdl, che si arruffano per le candidature, senza avere ancora presentato alcun programma agli elettori, noi abbiamo già pubblicato sul web gli obiettivi e le priorità per l’impegno in regione. A cominciare dall’ambiente dove è necessario un nuovo piano per i rifiuti, con raccolta porta a porta, stop alla politica dell’usa e getta e incentivo per un riciclaggio pressoché totale. Ciò, oltre a contribuire a migliorare decisamente l’ambiente, permetterebbe anche un forte incremento occupazionale. E sempre in tema di economia dovranno essere valutate le strategie per mantenere le aziende in Italia, come ha fatto Elettrolux, attraverso una conversione del piano aziendale, in linea con le esigenze legate a tecnologia e ambiente. E poi la politica del mattone. In Regione esistono migliaia di edifici sfitti o in disuso. Prima di cementificare anche solo un metro quadro di terreno – spiega il candidato bolognese – occorre analizzare le possibilità di recupero dell’esistente. In questo modo si può inoltre combattere efficacemente contro le cosche malavitose infiltrate nel settore dell’edilizia”.

Nei prossimi giorni i rappresentanti della lista saranno impegnati presso i banchetti in centro città, per la raccolta delle mille firme necessarie per ufficializzare le candidature.

Tags:

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese