Cambia la prospettiva Home Raccomandata

05 Mag, 2010

Riposare di domenica non è arcaico

Inserito da: PpF In: Turismo

facebook technorati okno segnalo
Share

di Liana Saiani

Con riferimento all’ intervento del Presidente Confesercenti Provinciale uscito sulla stampa locale sabato 1° Maggio 2010  vorrei esprimere alcune mie considerazioni e sottolineare che chiunque scelga una professione o un’attività lo fa ben consapevole degli impegni e degli oneri che questo comporta. D’altro canto chi  ha deciso di fare il giornalista, il ristoratore, il medico o qualsiasi altra professione deve conoscere ed accettare quelle che sono le condizioni che queste professioni richiedono e non per questo gli altri debbono adeguarsi ai loro  standard.

Ritengo improprio richiedere aperture “straordinarie” festive come soluzione di problemi economici, e non solo, di cui soffre oggi il commercio a Ferrara. Quest’anno il 1° Maggio, come circa ogni sette anni accade, è caduto di sabato arrecando alle casse dei negozi un significativo ammanco. Forse dovremmo chiederci come mai non si riesca ad ammortizzare una simile situazione senza disturbare e mettere in discussione i  significati che ognuno può dare al 1° Maggio e al giusto riposo settimanale piuttosto che tirare in ballo estemporanee aperture festive.

Non aprire il commercio nei giorni di festa, se non quello di servizio espressamente nato per questo scopo, non significa essere arcaici. Anzi, la civiltà e il progresso passano anche attraverso la dignità di tutti i lavoratori-cittadini e non attraverso l’esasperazione del consumo. Inoltre, a mio avviso diventare “piano piano” città turistica non significa necessariamente diventare una città commercialmente aperta 24 ore tutti i giorni. Il turista-cittadino dovrebbe riuscire ad apprezzare attività che non siano necessariamente quelle che lo vedono confinato nel perenne ruolo di “consumatore “ di beni sempre e a tutti i costi.

Mi auguro che il turista a Ferrara, nei giorni festivi, possa trovare qualcosa di più interessante che non fare shopping e che lo stesso cittadino ferrarese possa usufruire di valide attività alternative. Quindi cerchi l’ amministrazione di organizzare e favorire eventi all’altezza, di far scoprire una città dignitosa, pulita e fruibile semmai implementando servizi adeguati ai tempi visto che già possiamo avvalerci di un contesto architettonico e artistico, se curato e manutenuto, di pregevole ed inarrivabile bellezza.

Quindi sì al turismo e al suo ampliamento se strutturato ed integrato con il resto delle attività produttive e del terziario presenti in città, no al turismo se vissuto per soli fini di futile e passeggera demagogia come unica strada di possibile sviluppo: per Ferrara sarebbe un ulteriore flop probabilmente senza possibilità di ritorno se non in tempi lunghissimi.

Vorrei chiudere dichiarando: 1) che sono una commerciante del centro cittadino che cerca di vivere onestamente del proprio lavoro mettendo a disposizione dei clienti, siano essi cittadini di Ferrara, turisti, o cittadini del mondo comunque operanti od occasionalmente presenti nel centro città, la professionalità e lo spirito di servizio mia e degli operatori alle mie dipendenze: 2) che sono inoltre pienamente consapevole del fatto che il fatturato fornito alle mie attività dal turismo è una parte importante del totale, ma è pur sempre risibile rispetto a quanto dovuto al quotidiano lavorio che in Ferrara si sviluppa durante la settimana lavorativa, con conseguente costante presenza di potenziali e reali clienti.

L’unione imprescindibile tra turismo e attività quotidiana della città durante tutta la settimana è la strada da seguire per una città capoluogo di provincia come Ferrara.

Liana Saiani, La Terra dell’Orso – E natura

  • giova

    i NEGOZI CINESI SONO APERTI QUASI LE 24 ORE AL GIORNO, MA LA FREQUENTAZIONE è “SCARSINA”, LA PAZIENZA DEI NEGOZIANTI ( CON I LORO DELIZIOSI BAMBINI) è PROVERBIALE ED EVIDENTE…MA IO VORREI CHE CINESI, PAKISTANI, NIGERIANI… , SCOPRISSERO CHELA DOMENICA è MERAVIGLIOSA ANCHE SOLO PER POTER VEDERE GLI ALBERI DEL PARCO BASSANI CHE CAMBIANO COLORE E CHE CRESCONO DI STAGIONE IN STAGIONE… PER NON DIRE DI VISITARE LUOGHI MONUMENTALI NUOVI, ANCHE SE NON LONTANI, ANDARE AL MARE IN PULLMAN SENZA DOVER VENDERE MERCE DI SOPPIATTO E FUGGIRE AL TAM TAM PER LA POLIZIA CHE ARRIVA…,

  • isa

    sono d’accordissimo sul fatto che la domenica sia un giorno
    sacro e di riposo. Concordo che ci siano alcune professioni per le quali non possa esistere la domenica come i medici, i vigili del fuoco, etc…ma se i negozi rimangono chiusi di domenica nessuno muore o rischia la vita!
    ricordo da piccola che sotto Natale si andava in centro a vedere le bancarelle e non i negozi dei centri commerciali!
    tante generazioni sono cresciute senza “fare la spesa domenicale” e siamo sopravvissuti, se cediamo anche su questo punto tutto diventera’ lecito e arriveremo alle aperture 24 ore su 24 come in America!
    a proposito ma le aperture dei negozi degli stranieri sono lecite? com’e’ possibile che siano sempre aperti? mah!
    isa

  • Beppe Mistroni

    Carissimi,
    chi sposta il proprio mondo per cercarne uno migliore in cui ricominciare per cercare di vivere al meglio, ha priorità che non sono “normali”, ne ha bisogni che noi definiremmo “normali” … provare per credere.
    I loro figli, non dubitate, molto probabilmente saranno più ferraresi dei padri … è solo questione di tempo …
    Noi nel frattempo se vogliamo avere il centro storico vivo, dobbiamo combattere le cause del suo coma profondo … altrove, ma neanche troppo lontano … o no?

Tags:

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese