Cambia la prospettiva Home Raccomandata

06 Lug, 2011

Sanità, le opposizioni ci riprovano

Inserito da: PpF In: Consiglio comunale|Sanità

facebook technorati okno segnalo
Share

Spunta un “giallo istituzionale” sul destino di Corso Giovecca dopo Cona

Le opposizioni ci riprovano. Dopo il consiglio comunale e provinciale congiunto sulla sanità del mese scorso, che non ha “acquisito un carattere esaustivo in quanto la dinamica e l’organizzazione dei lavori hanno spersonalizzato il dibattito”, come lamentano le minoranze, ecco la richiesta di convocare una nuova seduta, stavolta del solo consiglio comunale di Ferrara, fissata per lunedì 11 alle 15.30. A firmare la richiesta sono stati in tredici. Mancano all’appello Enrico Brandani e Francesco Rendine (entrambi di Futuro e Libertà) e Irene Bregola della Federazione della Sinistra.

 

“Il consiglio verterà su due punti –spiega il capogruppo Pdl Francesco Levato –: il cronoprogramma dell’apertura di Cona e le decisioni sulla mobilità”. Alla seduta parteciperanno dunque, oltre al direttore generale del Sant’Anna Gabriele Rinaldi, l’assessore comunale alla Mobilità Aldo Modonesi e l’omologo provinciale Davide Nardini. “Sebastiani, presidente del corso di laurea in Medicina –aggiunge Levato – ha espresso malessere: in futuro vorremo anche sapere se l’ateneo condivide il trasferimento”.

Il capogruppo di Progetto per Ferrara Valentino Tavolazzi ha invece affermato che l’ultima conferenza socio-sanitaria, nel programmare il triennio 2011-2013, ha prodotto un documento di oltre cento pagine, “in cui però, a proposito di Cona e Sant’Anna si trovano pochissime righe confuse. Sorprendono inoltre i 34 milioni di euro necessari a restaurare la struttura in Giovecca, che l’azienda dichiara candidamente di non avere ed esorta a trovare”. Tutto poggerebbe sulla vendita dei complessi di via Cassoli e di San Bartolo, la cui realizzazione non sarebbe tuttavia prevista prima del 2013. “Insomma – è il timore di Progetto per Ferrara –, ci aspettano 4-5 anni di Sant’Anna non ristrutturato e non operativo”.

C’è stata quindi una stilettata al sindaco, che “non ha mai partecipato ad una conferenza socio-sanitaria, preferendo delegare. Si può fare – ha riconosciuto Tavolazzi –, ma se avesse avuto a cuore la sanità almeno ad una sarebbe andato”.

Ci sarebbe pure un “giallo istituzionale”: nel novembre del 2000 il consiglio comunale deliberò che, dopo l’apertura di Cona, in Giovecca si sarebbe mantenuto un country hospital, con funzioni ambulatoriali e di degenza, specie per gli anziani, al fine di ridurre il pendolarismo verso la nuova struttura. “Si tratta di una cosa ben diversa dalla Casa della Salute, e molto più impegnativa – chiosa il consigliere –, simile a ciò che chiediamo noi. Questa delibera non è stata modificata, dunque rappresenta la posizione ufficiale del Consiglio comunale”.

Per Io amo Ferrara, il capogruppo Alex De Anna si è concentrato sulla viabilità: “Quali altre strade ci sono per raggiungere il nuovo polo, a parte via Comacchio? È prevista la realizzazione di altre arterie? Se sì, con quali soldi?” ha domandato, per poi sollevare il tema delle ambulanze. “Saranno distribuite sul territorio ed arriveranno in fretta quando saranno chiamate – ha riconosciuto –, ma quanto impiegheranno poi per giungere a Cona da Porotto o Pontelagoscuro?”.

Il compagno di gruppo Liliano Cavallari ha invece raccontato di aver chiesto da tempo a Rinaldi informazioni sul collaudo dei gas medicali, “ma non ho ottenuto risposta: il rischio è che una volta a Cona non si possa operare”. C’è anche il problema dell’Università: “A Ferrara sono già state chiuse 12 specialità, è vero che si vogliono realizzare 4 poli regionali, tra cui non è compreso il nostro ateneo?”. La convinzione è inoltre che il trasferimento della Facoltà di Medicina a Cona “sarà un’altra Cona”, ossia ultimato almeno nel 2020.

Sempre parlando di mobilità, ha concluso la conferenza il capogruppo leghista Giovanni Cavicchi, immaginando la situazione che vivrà chi, come lui, abita a San Bartolomeo per recarsi al nosocomio: “Incrocerei il passaggio a livello di Gaibanella, che rimane chiuso per 12 minuti. Un’ambulanza come farà?”.

Tags:

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese