Cambia la prospettiva Home Raccomandata

30 Mar, 2013

Tagliani copi il compito dal Sindaco Delrio

Inserito da: PpF In: Ambiente e salute

facebook technorati okno segnalo
Share

Mentre a Ferrara Hera, Tagliani ed il Pd vogliono incatenare per trent’anni la città all’inceneritore di Cassana, raddoppiando il teleriscaldamento, il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio dà l’addio definitivo all’inceneritore dei rifiuti. Il nuovo piano, deliberato dalla Provincia nei giorni scorsi, esclude l’inceneritore sostituendolo con un impianto di trattamento meccanico biologico (TMB), che inquina poco e costa un quarto del forno. La nuova centrale Hera appena spostata in via Conchetta, potendo contare solo su acqua geotermica “tiepida”, necessita del cancrovalorizzatore di Cassana e di mega caldaie a gas per scaldare l’acqua.

L’intento palese dell’azienda, di proprietà pubblica con dividendi ai privati, è di garantirsi il monopolio del teleriscaldamento, tuttora privo di controllo e di garanzie per gli utenti, in merito a tariffe, temperatura dell’acqua in ingresso nelle abitazioni, possibilità di distacco dalla rete. La risoluzione Ppf, votata all’unanimità in consiglio comunale, chiede un cambiamento radicale del sistema TLR, ma il Pd l’ha messa in un cassetto, incassando i ringraziamenti di Hera.

 

Reggio Emilia, città pure dotata di rete TLR, dopo aver sperimentato per anni la raccolta differenziata porta a porta, ha scelto di trattare 113 mila tonnellate di rifiuti urbani nella “fabbrica dei materiali”,escludendone l’incenerimento, anche in cementifici. Inoltre l’apporto della Scuola Agraria di Monza, coinvolta dalla Provincia, consente di massimizzare il recupero dei materiali, impiegando in agricoltura il biostabilizzato prodotto. Il materiale residuo in uscita dal TMB (pari al 12% del totale trattato) è inerte, verrà estruso e riutilizzato, superando anche l’uso delle discariche. Iren, la cugina di Hera, ha quantificato in 56 milioni di euro il costo dell’impianto (un inceneritore di analoga potenzialità costa 190 milioni ed ha un impatto in tariffa del 20% superiore). L’Agenzia territoriale per il Servizio Idrico e per i Rifiuti esaminerà il quadro economico, mentre l’assemblea dei sindaci darà il via libera definitivo.

 

La decisione di ampliare il TLR a Ferrara riguarda tutti i cittadini, non solo gli abitanti di Pontegradella o di Malborghetto. L’investimento speculativo di Hera si basa sull’apporto di calore dei forni di Cassana. L’energia impiegata dal nuovo TLR sarà infatti di 289 GWht, di cui 163 da geotermia, 99 da inceneritore (oggi ne produce meno di 80), 1 da solare termico, 26 da caldaie a metano. La chiusura dell’inceneritore non è dunque compatibile con il progetto di Hera (lo ha dichiarato l’ing. Ferraresi in commissione consigliare). Perciò l’operazione non è di interesse pubblicoal contrario è dannosa per la città.

 

Dal punto di vista ambientale il contributo dato dal riscaldamento domestico all’inquinamento complessivo dell’aria di Ferrara, con riferimento a ossidi di azoto e a polveri, è di gran lunga marginale (rispettivamente 5,6%, pari a 269 ton/anno, e 3,9%, pari a 13 ton/anno) se comparato al contributo dell’industria (petrolchimico, PMI, inceneritore, turbogas) e del traffico veicolare. Dunque sostituire una parte delle caldaie domestiche con il TLR non produce grandi benefici all’ambiente, senza tener conto delle emissioni aggiuntive delle maxi caldaie a metano e dalla mancata riduzione di quelle dell’inceneritore, pari a 35 ton/anno di NOx (autorizzato per 70, un quarto di tutto il riscaldamento domestico). Dal punto di vista sanitario, infine, il territorio ferrarese registra il maggior numero di decessi per tumore. Tra i tumori maligni spicca quello a trachea, bronchi e polmoni. Ferrara segna il record con 73 decessi per 100 mila abitanti, seguita da Cesena (70), Modena (69), Piacenza e Forlì (68). In Emilia questo tumore uccide più che in Italia, a Ferrara più che in Emilia.

 

Tagliani e Chiarini se ne facciano una ragione: i ferraresi non vogliono altri impianti devastanti in città, nel parco urbano, vicino a scuole, centri sportivi, abitazioni. A meno che il Pd non intenda rinunciare volontariamente al governo della città nel 2014.

 

Valentino Tavolazzi, Consigliere comunale Ppf

Cambia la Prospettiva

 

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese