Cambia la prospettiva Home Raccomandata

18 Set, 2009

Tariffe refezione scolastica, si rinvia per cambiare

Inserito da: PpF In: Delibere|Servizi pubblici

facebook technorati okno segnalo
Share

di Valentino Tavolazzi

mense-scolastiche-cosec-001-maxSulle tariffe delle refezione scolastica 2009-10 si rinvia per cambiare. La commissione ben presieduta da Daniele Civolani e preposta a valutare le nuove tariffe per l’anno scolastico 2009-10, da sottoporre al consiglio, ha deciso di rinviare alla giunta la proposta.

Il consigliere Valentino Tavolazzi di Ppf aveva segnalato infatti ai commissari che la manovra, contenuta nello schema di delibera, avrebbe giustamente favorito le famiglie economicamente più svantaggiate, ma al tempo stesso ridotto, in percentuale sul costo effettivo per il Comune, la tariffa pagata dalle famiglie con reddito ISEE superiore a 22 mila euro.

Esse, l’anno scorso, pagavano il 100% del costo per il Comune ed erano racchiuse in un’unica fascia ISEE; nella proposta 2009-10, esse avrebbero pagato dal 90% al 100%, in modo scaglionato in sei  fascie.

In pratica, fatto 100 il costo del pasto per il Comune, la proposta si traduceva in uno “sconto”, che necessariamente sarebbe ricaduto sulla fiscalità generale e dunque anche sulle famiglie a basso reddito che non utilizzano il servizio, come ad esempio i pensionati soli.

La proposta di PpF è di attribuire alle fascie di reddito alte (per esempio oltre 32 mila euro di reddito ISEE) il 100% del costo pasto per il Comune (circa 5,14 euro), riducendo ulteriormente le tariffe ai redditi bassi, senza modificare l’incasso totale per il Comune, che complessivamente copre circa l’80% (1,3 milioni) del costo totale (1,6 milioni).

Il dibattito è poi proseguito, sempre su richiesta di Ppf, sul ruolo delle commissioni.

Il quesito posto da Tavolazzi è il seguente.

Le commissioni hanno solo il compito di decidere se la proposta di giunta può o no essere sottoposta al voto del consiglio, o al contrario possono/devono proporre integrazioni e  modifiche al testo di Giunta? Il tema ha appassionato i consiglieri, che al riguardo si sono espressi con spirito costruttivo.

L’orientamento prevalente è che le commissioni possono svolgere il proprio ruolo se approfondiscono per tempo le deliberazioni proposte dalla giunta al consiglio (ciò presuppone una programmazione di medio periodo dei lavori del consiglio stesso, alla quale tuttavia il presidente Francesco Colajacovo sembra sottrarsi), ma  soprattutto se apportano integrazioni e modifiche, nell’interesse dei cittadini, al provvedimento proposto dalla giunta.

Il regolamento del consiglio comunale stabilisce al riguardo che le Commissioni esprimono pareri sulle proposte di deliberazione, ma “svolgono in sede referente e redigente attività preparatoria, istruttoria e redigente” su atti, provvedimenti, indirizzi ed orientamenti da sottoporre al consiglio.

E’ sul quel “redigente” che occorre fare chiarezza!

Valentino Tavolazzi

Progetto per Ferrara

  • giova

    Qui si discrimina fra una Giunta, più o meno seria e preparata, che “inventa” le sue delibere e al contrario, un “concerto” di competenze, di impegni e sensibilità, che fanno di una delibera un incontro con i cittadini, alimentando la democrazia vera, quella che vive, non quella che redige atti amministrativi frettolosi e “brevimiranti”. Sta alla Giunta capire – cosa neppure tanto difficile- chi dei Consiglieri aggiunge valore al contenuto delle Delibere, e chi invece – dei Consiglieri- occupa un seggio per votare a comando, ignorando tutto quanto viene detto nei dibattiti di sessione in aula e anche sui giornali…. Io condurrei gli studenti delle scuole superiori a verificare quanto serva un Consiglio, in cui il voto è scontato a prescindere dalla portata dei temi, dalla ragionevolezza delle argomentazioni e dalle nefande conseguenze prevedibili. L’esperienza Asilo Salice, una delle tante, non è ancora ” didattica”! O gli scolari sono un po’ refrattari?

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
  • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
  • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese