Cambia la prospettiva Home Raccomandata

15 Ago, 2009

Verbale conferenza stampa sulla richiesta di C.C. urgente

Inserito da: PpF In: Servizi pubblici

facebook technorati okno segnalo
Share

Di Teresa Grilli Estensi

00018445-constrain-240x300A Ferrara l’opposizione non teme il caldo né la quiete ferragostana che in politica preannuncia quasi sempre la tempesta autunnale. La mattina del 12/08, nella splendida cornice della sala dell’Arengo di palazzo municipale viene convocata la stampa per annunciare la richiesta di un Consiglio Comunale straordinario e urgente per discutere della chiusura del laboratorio acque di Pontelagoscuro decisa da Hera s.p.a con la “logica imprenditoriale “ dell’accorpamento
Pensiamo di trovarvi tutti i capigruppo dei partiti, trattandosi di faccenda urgente, molto delicata e per la quale nelle scorse settimane abbiamo assistito( e partecipato)ad una vera e propria levata di scudi.
Invece ci sono solo Tavolazzi, DeAnna e Cavicchi ossia le due liste civiche e la Lega nord.

 Assente giustificata Irene Bregola di Prc,da sempre convinta sostenitrice di tutte le battaglie in tutela dell’acqua . Solo in ritardo, così viene detto, Brandani per il Pdl.
Tavolazzi spiega nei particolari le motivazioni della richiesta e ripercorre tutti i passaggi istituzionali dell’ultimo anno e mezzo in cui erano stati presi impegni precisi da parte del Sindaco Sateriale, della sua Giunta e del Consiglio ( l’ultimo in aprile 2009) a salvaguardia del ruolo del laboratorio acque di Ponte , struttura indispensabile a garanzia della qualità delle ns acque potabili e gioiello di professionalità .

A domanda precisa di un giornalista elenca tutto ciò che può ( e deve!) fare un sindaco sia politicamente che come concedente del servizio : dal pretendere la sospensione immediata della decisione, al rimettere sul tavolo il progetto di accorpamento con gli altri laboratori, alla mobilitazione delle ATO. Insomma, Hera è solo un gestore ma le indicazioni politiche le deve dare il concedente e dunque l’anima pubblica della multiutility.

A sostegno delle tesi esposte intervengono poi brevemente Cavicchi che aggiunge un pensierino contro lo strapotere di Hera e DeAnna che ribadisce la necessità di rivedere i contratti e in generale tutto il rapporto con la multiutility .

A questo punto non ci resta che

-indignarci per la mancata partecipazione del Sindaco e del PD che sembra confermare la linea di rassegnazione( o di consenso?) alla decisione già presa con la sola giustificazione che nulla si può contro l’inespugnabile cittadella di Hera.

-meravigliarci per l’assenza di IdV che pochi giorni fa aveva parlato di “scelta contro il buon senso” in un comunicato stampa. Una palese contraddizione e forse anche una prima occasione persa per rimarcare la propria identità politica e libertà di pensiero all’interno della maggioranza.

-IDEM per Sinistra Aperta

-invitare tutte queste forze ad ascoltare l’appello lanciato dall’opposizione per un’azione unitaria e compatta che inceppi il meccanismo ormai avviato e riapra i giochi . Ci fosse anche solo una remota possibilità di poter fermare questa scellerata operazione, l’amministrazione ha il preciso dovere di provarci nel rispetto di impegni già presi, ma soprattutto per la tutela del bene più prezioso in assoluto per una comunità .
Il ruolo dei sindaci è proprio quello di controllori, questo è stato più volte ricordato.

Aggiungo che molto spesso ho potuto constatare anche nel mio settore(agricoltura) che scelte politiche di accorpamenti e fusioni delle strutture, giustificati con la logica delle economie e della razionalizzazione e con la promessa di maggiore efficienza e risparmio, hanno fallito clamorosamente gli obbiettivi.
Con l’aggravante di aver creato strutture che per dimensioni e complessità diventano molto più difficili da controllare con conseguente aumento dei rischi di errore e calo di qualità del servizio erogato.

Ci impegneremo come sempre a divulgare e informare la popolazione sugli sviluppi di questa vicenda perchè la posta in gioco è troppo alta e siamo disposti anche ad una mobilitazione , se necessaria.

  • Paolo Giardini

    E perché mai NOI dovremmo indignarsi per la mancata presenza del sindaco?! Siamo così corti di memoria?
    Non lo sappiamo tutti che il sindaco è la stessa persona che da vicesindaco ha curato la vendita di quel laboratorio ad Hera?
    Non lo sappiamo tutti che il sindaco è un avvocato? Non lo sappiamo tutti che, come tale, il contratto di vendita è stato da lui progettato e redatto finalizzato alla cessione ad una S.p.A?
    Se Hera vuol chiudere il laboratorio lo fa per due ottimi motivi:
    1 – E’ suo, per averlo acquistato da Tagliani;
    2 – Lo può fare impunemente perché nessuna clausola limitativa il Tagliani ha voluto inserire per tutelare la città.
    In buona sostanza, se il laboratorio chiude non è una fatalità, è perché è stato fatto in modo che sia possibile!

    Queste indignazioni due mesi dopo le elezioni che hanno messo sullo scranno del sindaco proprio quel bravo ragazzo che ha predisposto tutto ciò sono un beffardo insulto se provengono da chi lo ha votato o ha votato una lista d’appoggio!
    La presenza di questa lettera priva di qualsiasi accenno alla imperdonabile responsabilità di Tagliani e dei suoi elettori sul sito PpF, non mi entusiasma neanche un po’.
    Perché farci prendere in giro anche in casa nostra? Non basta essere infinocchiati a 360° dappertutto?

  • Roberto Zambelli

    E’ il solito compitino dei Grilli Estensi che, come è noto, sono insieme a tanti altri comitati e liste i portatori d’acqua all’abbeveratoio del principe del PDHera.

    E’ giusto che la gente sappia chi prende davvero posizione chiara ed inequivocabile contro il trasferimento del laboratorio che, non so perché, a me era già nota prima delle elezioni:
    – I Grilli Estensi NO
    – Gente di Sinistra NO
    – Comitato Acqua Pubblica NO
    – Amici della Bicicletta NO
    – Consiglieri del PD sia in comune sia in circoscrizione NO
    – Consiglieri IdV NO
    – Sindacato CGIL NO
    – Altri Sindacati VEDREMO
    – Consiglieri dell’opposizione storica VEDREMO
    – Progetto per Ferrara SI
    – Assessori vari e distinti NO
    – Etc. Etc.

    Sarò ben lieto di poter ammettere, se del caso, che ho sbagliato nel redigere questa breve lista, inoltre se non ho, come è certo, inserito qualcuno questo è un blog aperto e ciascuno potrà elencare i suoi contro e i suoi pro a questa ulteriore autosvendita di Ferrara ed eventualmente smentire la mie ipotesi sia con le parole sia con i fatti.

    Cordialmente

    Roberto Zambelli

  • roberto baldisserotto

    hai sbagliato, i grilli estensi hanno preso posizione contro la chiusura del laboratorio di Ponte ,

    strano che scrivi queste cose dei grilli , ti sei iscritto nel gruppo e non sai nemmeno del laboratorio di Ponte ,
    non ti sei nemmeno letto il battibecco che ho avuto con
    Sateriale proprio sul laboratorio di Ponte ,

    o forse le cose le sa benissimo , ma non importa
    se non arriva la smentita , anche una bugia diventa vera.

  • Roberto Zambelli

    Ciao Roberto,

    scusami, ma leggendo la lettera di Teresa, il comunicato stampa dei Grilli Estensi e considerando che i tuoi appelli sono stati ignorati così come quasi sempre sono ignorati i problemi locali, debbo confermarti che assolutamente non si capisce che come gruppo siate contro il trasferimento del laboratorio di Ponte e che quindi siete, almeno in questa situazione, contrari alle scelte di questa amministrazione.
    Prendo atto, con molto piacere, del fatto che tu sei contro questo trasferimento e le tue lettere personali lo confermano.
    Non mi risulta però che i Grilli Estensi si siano espressi in modo altrettanto chiaro anzi, e lo ripeto: sia l’ultimo report di tere, riportato qui sopra, sia il precedente comunicato stampa sono due bei compitini e nulla più di qualcuno che deve giustificare la sua appartenenza ad un gruppo pensando, tra l’altro, di poterne assumere la rappresentanza a proprio piacimento. Se ti avessero consultato o se avessero consultato il gruppo non ho dubbi che i due documenti sarebbero stati di tono più deciso e la vostra contrarietà sarebbe stata inequivocabile.
    Di nuovo ti faccio i miei complimenti per le tue personali e decise prese di posizione che nulla però hanno a che vedere con l’immagine e la posizione ufficiale dei Grilli Estensi.

    Cordialmente

    Roberto Zambelli

  • fa bene Baldisbroken a difendere le sue scelte, io difendo le mie.
    cos’avrebbe fatto Colavecchi se fosse entrato in cc, in quest’occasione? te lo dico io: un fico secco, perchè se come è accaduto il suo gruppo era contrario a firmare o addirittura, se non c’era PPF che si faceva promotore, non ci sarebbe stata nessuna discussione in nessun cc sul laboratorio, quindi nessun voto.
    forse perderemo, ma inchioderemo i partiti con un voto che peserà come un macigno. poi se ci fosse il voto segreto son certo che vincerebbe la mozione.
    a proposito, nessuno grida allo scandalo per questa convergenza con lega e pdl? eppure al ballottaggio…..

  • roberto baldisserotto

    intanto Angelo devi pronunciare il mio cognome in modo corretto , smettila di prendermi per il culo.

    e Zambelli se non ci arrivi a capire che il gruppo è contro la chiusura del laboratorio di Ponte dopo che
    abbiamo volantinato in lungo e largo tutta la città
    su questa cosa , allora è meglio che giri al largo e la smetti di pubblicizzare falsità e bugie .

    Tutta questa manfrina infangante contro i grilli viene fatta con il silente assenso di Valentino che probabilmente spera di far piazza pulita dei grilli estensi ,
    deve esserci solo lui a Ferrara a fare il principe delle
    lotte giuste ,

    non è detto che una battaglia giusta renda giusto l’uomo che la porta avanti .

    Rinnovo linvito a Zambelli a ritirare quanto scritto sui grilli estensi
    chi non si dissocia da Zambelli significa che lo condivide.

    PPF deve decidere se la sua mission è rompere i coglioni ai grilli estensi o difendere i cittadini .

    Mi sembra che abbia già deciso .

  • roberto baldisserotto

    altra bugia

    il comitato acqua pubblica è contrario alla chiusura del laboratorio di Ponte ,

    tanto vero che i comunicati stampa vengono scritti anche con l’aiuto di due dipendenti dello stesso laboratorio che stanno lottando per tenerlo aperto ,
    per cui si diffondono tramite web falsità che offendono anche l’attività degli stessi dipendenti del laboratorio .

  • angelo

    resta sul pezzo Baldisserotto e rispondi alle obiezioni allora, se vuoi fare il serio.
    e sempre parlando seriamente, se c’è qualcuno che ha cominciato a rompere devi ribaltare esattamente i termini della questione: nei grilli ha fatto comodo a qualcuno lavorare per il palazzo dando addosso a me e valentino. ma è storia passata, siamo entrati lo stesso.
    i termini comunque sono questi: chi è per il palazzo adesso si vede e mira alle poltrone, sacrificando anche l’acqua.
    è un film già visto in anni di verdi.
    bene, distruggeremo anche questi, nessun problema.
    all’interno del cap ci sono persone false che al momento buono si defilano e che in campagna elettrale facevano spottoni a tagliani. questa è la realtà. è inutile adesso fare lacrime di coccodrillo caro baldi, dopo che i grilli hanno fatto di tutto per boicottare PPF.
    le questioni poste da Zambelli hanno però un fondamento: i grilli devono decidere da che parte stare, pro o contro il palazzo, non pro o contro ppf. ppf è contro il palazzo e non abbiamo bisogno di dimostrarlo a parole. lo abbiamo fatto, lo stiamo facendo e lo faremo con i fatti.
    danni ne son stati fatti, adesso basta. le battaglie grillesche verranno portate avanti da dentro oltre che da fuori, da un consigliere comunale e da due consiglieri circoscrizionali. potevano essere qualcosa in più, non sono entrato per quattro voti, pazienza

  • angelo

    a proposito baldi, gradirei la smettessi di minacciare e usare toni poco consoni su questo sito.
    io non minaccio mai nessuno, agisco quando decido di farlo, sappilo.
    su cosa e chi scrive sul meetup io non rispondo e non mi interessa nulla francamente. non vado neanche a leggere.

  • giova

    La posta dei servizi pubblici ( e delle tariffe) per i CITTADINI ferraresi , compresi gli immigrati, molti anche i cassintegrati, i disoccupati cinquantenni, i giovani cocopro, è tanto alta che le discussioni da ping-pong delle persone più intelligenti che Ferrara ha sono davvero inconcludenti. I Grilli Estensi hanno una finalità? con chi credono di conseguire almeno i risultati minimi? Vogliono trovare dei ” compagni di viaggio ” o credono di poter nuotare contro corrente in un mare burrascoso, vedendo allontanarsi scialuppe di salvataggio, cime per aggrapparsi e salvagenti con la testa di papera?? E’ come alla foce del Logonovo, è risaputo che la corrente è insidiosa, ci sono pure avvisi e cani da salvataggio ( roba da ecomiabili dilettanti volontari! ) ma tanti ancora vi si tuffano….si credono la BALENA di Pinocchio!!!

  • valentino Tavolazzi

    Riscontro che si sta riacutizzando la polemica, con annesso sollevamento di polvere, utile solo a nascondere la verità.

    Torno da una splendida serata musicale, trascorsa in compagnia di alcuni cari pipieffini, e mi è venuta la brutta idea di leggere i post. Sento l’obbligo di comunicarvi alcune brevi considerazioni.

    Gli attriti tra i Grilli estensi (alcuni di loro in verità) e PpF li abbiamo registrati sempre in momenti critici: poco prima del primo turno (serata ginsborg), tra il primo ed il secondo turno (lettera di impegno del Pdl sui quattro punti) ed ora, che abbiamo ottenuto il consiglio straordinario sul laboratorio di Ponte. Crude coincidenze.

    Mi dicono che una certa sara (o marzia o paola……non so bene), già intervenuta maldestramente nel nostro sito e nel blog dei grilli estensi, lanciando sospetti ed illazioni su di me durante la campagna elettorale, sia tornata alla carica nel blog dei grilli.

    Consiglio di non perdere tempo con lei o lui, nè con altri minus habens che lanciano accuse stupide ed infondate sulla missione mia, di PpF ecc…

    Non credo che essi rappresentino i grilli estensi, nella stragrande maggioranza persone sincere che hanno condotto battaglie importanti a Ferrara, insieme al movimento ambientalista e non solo.

    Andiamo avanti pipieffini! Sono i fatti che si incaricano di dare le risposte che contano. Ci hanno pensato i cittadini, con i quasi tremila voti, a mandarci in consiglio, per garantire “il fiato sul collo”. E stiamo rispettando le promesse, non come l’Idv, che dichiara in sordina di non essere d’accordo con chi vuole svendere il patrimonio dei ferraresi, ma da alleato silente non ha mosso un dito per impedirlo. Non ha nemmeno firmato la richiesta di consiglio straordinario!

    Vedremo come voterà, tutti potranno giudicare!
    Spero davvero che l’Idv assuma iniziative nella maggioranza e sostenga la nostra battaglia in difesa del laboratorio e delle reti del gas.

    E’ stato bello riscontrare il risveglio di mezzo mondo sul tema, dopo che PpF ha denunciato l’imminente chiusura del laboratorio, in piena canicola ferragostana, ed ha preteso, insieme all’opposizione, la convocazione del consiglio straordinario.

    Ben vengano dunque petizioni, dichiarazioni, confronti del Cap con i partiti (a proposito, il Cap continua a non invitarci alle sue riunioni, eppure ci sono Pdci, Prc, Idv, ex verdi…..chissà perchè?).

    Chi non desiderava il nostro risultato elettorale e l’azione politica che stiamo conducendo, ovviamente non l’ha presa bene! Bisogna capirli. Qualcuno voleva andare al posto nostro, ma i cittadini hanno espresso altre preferenze!

    Altri (come i vertici del Pd), che sapevano cosa sarebbe successo nel Palazzo con il nostro ingresso, hanno tentato e tentano in tutti i modi di fermarci….compreso l’utilizzo di infiltrati, che abbiamo avuto tra noi, che possono essere tra i grilli, che sono nel Cap, in alcune associazioni blasonate, che erano tra i verdi travestiti da verdi e che sono stati e sono nell’idv.

    Nulla di nuovo sotto il sole….del resto se questa classe politica dominante, si rigenera da oltre sessantanni(ultimamente fondendosi anche con la vecchia DC alla quale è arrivata a regalare il sindaco) e governa, significa che sa come penetrare gli interstizi delle numerose organizzazioni sociali e politiche di Ferrara.

    Andiamo avanti pipieffini, non ci fermerà nessuno!

    Saremo il fiato sul collo dei partiti di maggioranza e di opposizione, la loro spina nel fianco, dimostreremo a Ferrara, insieme a chi vorrà starci, che è possibile una vera opposizione, di merito, costruttiva e sempre votata all’interesse dei cittadini tutti.

    In questo ci aspettiamo il sostegno di tutti i movimenti sani della città, compresi i grilli estensi.

    Alle prossime elezioni faremo il pieno di voti e potrà esserci il ribaltone, non da sinistra a destra, ma da partitocrazia a civici! La lunga marcia è appena iniziata!

    Non perdiamoci in discussioni con chi vuole frenare il nostro lavoro con bugie, accuse infondate e sciocchezze.

    Abbiamo tanto da fare, tutto quello che non hanno fatto finora i partiti di governo (Pd ed alleati) ed i loro amici/clienti sparsi nella società civile ferrarese.

    C’è una Ferrara sana ed onesta, che non beve il latte della mucca di palazzo e che da decenni era in attesa del nostro arrivo. Ora ci siamo, non deludiamola.

    Viva PpF, viva Ferrara.

    Valentino

  • Paolo Giardini

    Valentino, questa sequela di commenti non sarebbe mai avvenuta se non fosse volontariamente stato inserito un testo riprovevole per eccessiva mancanza di logica. Ho posto io il commento n.1 alla lettera di Teresa, irritato dalla sua inutile presenza sul nostro sito.
    Evidentemente ci siamo già dimenticati quell’orribile successione di 30-40 rozzi commenti, rasentanti il turpiloquio, di qualche mese fa, dove solo un grillo estense (Baldisserotto) questionava con altri 3 o 4. Che significato ha avuto quel brutto botta-risposta? Uno scontro coi grilli? Apparentemente, in realtà era uno scontro monopolizzato da Baldisserotto! E allora, un po’ d’aplomb giornalistico non guasta anche per PpF: inseriamo quello che serve a noi, non ai problemi interni di altri gruppi. C’è un rapporto 1:100 fra il palesarsi scritto sui media della totalità dei grilli estensi (Teresa compresa) e il solo Baldisserotto. Questa anomalia ha un preciso significato che fortunatamente non ci riguarda. Limitiamoci alle polemiche reali. Quando meritano di essere sostenute portiamole fuori da qui, sui media, all’attenzione di un pubblico più vasto. Ci pensa poi la censura dei media a mantenere il decoro espressivo in limiti accettabili.

  • Nano

    Ritengo che PpF abbia fatto bene a pubblicare il report di Teresa, quando un problema (e non solo) riguarda tutti i cittadini , tutte le informazioni vanno date da qualunque parte esse provengano in nome della trasparenza che contraddistingue PpF dagli altri partiti.

    I Grilli Estensi si sono presentati alla conferenza stampa e questo è un merito che gli va dato, erano ta i pochi presenti.

    Poi in base agli elementi forniti, ognuno tirerà le conclusioni con la sua testa.

Tags:

Abbiamo fatto molta strada

PpF su Facebook

Salviamo il S. Anna

Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

Guarda i nostri video. Fiato sul collo

Quorum Zero – Più Democrazia

http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

15 Ottobre

http://15october.net/it/

Linee programmatiche consiglio comunale

Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

Consigliere comunale

Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
Scaricala.
Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • Valentino Tavolazzi: Ing. Savini, come le ho scritto sei anni fa, saremmo ben lieti di pubblicare un intero suo articolo nel nostro sito, con la sua completa versione dei
  • vittorio savini: ,,,aggiungo inoltre che vi è stata un' ORDINANZA del tribunale di Ferrara (artt. 676 C.P.P.) n. 250/2016 del 2 novembre 2016 a firma del giudice Pier

In sintesi

'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
Valentino Tavolazzi

Twitter

Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

Categorie

Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

Commenti

Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

Contribuisci





Progetto per Ferrara

Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

info@progettoperferrara.org

Attività mese per mese