Cambia la prospettiva Home Raccomandata

10 Ago, 2009

Verbale Consiglio Comunale del 09/07/2009

Inserito da: PpF In: Consiglio comunale

facebook technorati okno segnalo
Share

Pubblichiamo il verbale della seduta del consiglio comunale del 09/07/2009.

Verbale consiglio comunale 09-07-2009_Page_01

Contenuti:

    • Consultazione elettorale del 6-7 e 21-22 giugno 2009 relativa all’elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale. Convalida degli eletti ed eventuali surroghe;
    • Elezione del/della presidente e del/della vice presidente del consiglio comunale;
    • Comunicazione relativa alla nomina con atto del sindaco dei componenti della giunta;
    • Nomina del Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti del Comune in sostituzione per dimissioni dell’attuale presidente dr. Ravelli;
    • Presentazione da parte del Sindaco del Documento concernente le linee programmatiche del mandato;

      A seguire l’intervento del Consigliere Valentino Tavolazzi.

      Grazie Presidente. L’assemblea di oggi, per molti di noi è la prima, e quindi è importante per due motivi: l’onore di far parte di una struttura, un organismo democratico che deve lavorar per cinque anni nell’interesse della città e dei cittadini, e al tempo stesso, oggi, come prima decisione da prendere, ci troviamo di fronte alla scelta di chi ha il compito di rappresentare questo organismo democratico e al tempo stesso, regolarne i lavori, garantire un funzionamento democratico interno. Garantire non solo i diritti dell’ascolto e del dialogo come diceva il collega Consigliere del PD, precedentemente ma, anche mettere in condizione i Consiglieri di minoranza che sono significativamente di minoranza in termini di peso e di numero di voti, all’interno di questa assemblea, mettere loro in condizione di potere condurre una propria attività di opposizione, garantita dal flusso informativo, dai mezzi necessari, dalle strutture, dalla fluidità di raccolta delle informazioni che consentono a ciascun Consigliere di esprimere  al meglio la propria funzione. Quindi, ciò che serve, secondo noi del PpF, Progetto per Ferrara, è una Presidenza di garanzia che abbia- diciamo- nella propria formulazione, nella propria individuazione un… a monte, abbia un processo di concertazione, di verifica.

      Noi, oggi sentiamo per la verità ieri, Merli ha fatto la comunicazione ufficiale come PD, e oggi – diciamo- viene fatta la proposta ufficiale in Consiglio Comunale, e premetto che ciò che dico non ha nulla a che vedere con la stima che ho nei confronti di Colaiacovo che non è in questo momento, l’oggetto del mio intervento. L’oggetto del mio intervento, riguarda la concertazione, il consenso, la condivisione rispetto la candidatura di Presidente del Consiglio che per essere di garanzia, appunto, va discussa. Precedentemente, va verificata.

      Noi ci troviamo, invece oggi, nelle condizioni in cui il partito di maggioranza, la coalizione di maggioranza, con già un significativo peso all’interno del Consiglio Comunale in termini di potere decisionale, fa una proposta che per quanto ci riguarda non è stata concertata, non abbiamo potuto scegliere fra una terna di individui, non necessariamente appartenenti alla maggioranza o alla minoranza, quindi, non abbiamo avuto nessuna possibilità di costruire questa candidatura, per poterla condividere e fornire anche un contributo importante, crediamo, da parte di tutti i Consiglieri, e dunque, ci troviamo nelle condizioni, di non poterla votare.

      Questo, -diciamo- è un atteggiamento che assumiamo di fronte ad una proposta che è stata fatta in questo modo e in questo momento. Evidentemente, se nell’ambito della discussione vi sono delle modifiche o vi è la possibilità di affrontare soluzioni che siano diverse da quelle che sono state proposte, noi ci riserviamo, in quel caso di esprimere la nostra opinione. Grazie.

      • Mirko

        La settimana scorsa leggendo il giornale ho saputo di un segretario di un gruppo consiliare di una civica che utilizzava politicamente la mail di cui era provvisto. Non si facevano nomi, quindi sono andato a vedere nel sito del comune chi sono i segretari dei gruppi consiliari.

        PD
        Segreteria: Chiozzi Patrizia

        PDL
        Segreteria: Marco Forlani

        IDV
        Segreteria: Anna Rita Albertin

        Laici Riformisti
        Segreteria: Anna Maria Rossi

        Sinistra Aperta
        Segreteria: Anna Rita Albertin

        Lega Nord
        Segreteria: Lorenza Zanconghi

        IAF
        Segreteria: Anna Maria Rossi

        Comunisti
        Segreteria: Anna Rita Albertin

        PPF
        Segreteria: Angelo Storari

        Viene da notare subito che i gruppi piccoli hanno un segretario in comune (Laici+IAF totale 4 consiglieri, Comunisti+Sinistra Aperta+IDV per 3 consiglieri). Mentre PPF tra i gruppi che hanno il segretario dedicato è quello con il rapporto segretario/consiglieri maggiore: un segretario per un consigliere, segue la lega con 0.5, PDL 0.11 e PD 0.045.

        La domanda sorge spontanea: il segretario del gruppo consiliare prende uno stipendio? Chi lo paga?

        Nel caso in cui ci sia un esborso da parte della comunità, è proprio indispensabile che un gruppo consiliare composto da una sola persona si doti di un segretario dedicato?

      • Matteo

        Cavolo, il PD si che risparmia sui costi comunali, solo uno 0,045 di segretaria consiliare per consigliere (quasi il dito indice della segretaria).
        Non ci si spiega come mai le casse del comune siano ridotte così, con tutto questo risparmio.
        Secondo me è PpF che le ha svuotate.
        Storari, smettila!
        E poi l’indicatore segretario/consigliere tiene chiaramente conto del lavoro che si fa in un gruppo piuttosto che in un altro.
        Il sito di PpF è sicuramente il più sguarnito tra i siti internet dei diversi gruppi consiliari, per informazioni date ai cittadini e fuga di notizie dal palazzo, cosa se ne faranno di un segretario per un consigliere, quei carbonari dei Pipieffini? Il PD ha un sito molto più trasparente, ma anche gli altri gruppi, danno un sacco di informazioni ai cittadini.
        E poi mi chiedo, come mai usate un segretario per mandare comunicati alla stampa? Non dovreste essere al mare come gli altri a prendere il sole.
        Non avete visto quanto fatica si fa in comune? Si spaccano tutti la schiena dal duro lavoro. Lavorano anche più degli ingegneri.
        Per fortuna che ci sono ottimi e svegli cittadini che dimostrano, con la ferrea legge dei numeri, la verità.
        Grazie Mirko.
        Anche io chiedo meno segretari per tutti. A cominciare dai quei fannulloni di PpF!

      • Antenore

        Rif. 1. L’attento Mirko nel suo conto economico ha sottovalutato una variabile molto importante, non chiarisce chi dei segretari citati è ha Full time o Part time questo è molto rilevante in termini di costo/ora.

        Anch’io sono andato a sbirciare nel sito del Comune e a differenza di Lui quello che ho rilevato un pò esagerato è il dimensionamento dello Staff del Sindaco:

        Claudio Fedozzi Capo di Gabinetto
        Fava Anna Rosa Portavoce del Sindaco
        Rimondi Luisa Capo Segreteria
        Gabberi Paola Segretaria
        Schiavina Saura Segretaria
        Finetti Ilaria Segretaria

        La domanda sorge spontanea: Il Sindaco di una piccola città ha bisogno di uno staff così poderoso? e visto che l’esborso è sicuramente a carico della collettività sarebbe così gentile Mirko di calcolarne l’entità?

        Poi, che un segretario di un Gruppo Politico usi la cassetta mail del Gruppo per inviare documenti o altro inerente all’attività politica del Gruppo stesso, credo che sia più che legittimo, altrimenti cosa dovrebbe fare ? leggere solo il giornale????

      • Io sono a part time e comunque avevamo accettato di condividere con un altro gruppo, ma essendo un rapporto fiduciario, l’altro gruppo non ha accettato.
        Per quanto riguarda l’articolo ho chiesto una rettifica ai sensi dell.art8 della legge sulla stampa per smentire quanto affermato da Lolli.

      • Egregio Antenore
        i suoi dati non sono accurati
        http://rubrica.comune.fe.it/front_office/office_view/35

      • Mirko

        Lo credo che non hanno voluto, lei Storari era il capolista di PPF. Il segretario è un ruolo tecnico, infatti solitamente sono dipendenti comunali ai quali sono date quelle mansioni senza ulteriore esborso.

        Lei invece parla di un contratto part time. Può dirci (i) a quanto ammonta il suo compenso, (ii) quali sono le sue mansioni e secondo quale regolamento e (iii) perché non potevano essere svolte da Anna Rita Albertin o Anna Maria Rossi?

      • Antenore

        Accidenti, anch’io ho guardato il sito con una pagliuzza davanti agli occhi, alla squadra dello staff del Sindaco bisogna aggiungere altre due segretarie:

        Claudio Fedozzi Capo di Gabinetto
        Fava Anna Rosa Portavoce del Sindaco
        Rimondi Luisa Capo Segreteria
        Gabberi Paola Segretaria
        Schiavina Saura Segretaria
        Finetti Ilaria Segretaria
        Bersanetti Graziana Segretaria
        Giovanni Laura Segretaria

        Così la squadra diventa un plotone, scusa Mirko se hai già fatto i conteggi, purtroppo li devi rifare, mi sa che sia un conto pesante per la collettività, oppure no?

      • Egregio Sig. Mirko,
        esattamente. Come dice lei, io ero già un dipendente comunale di ruolo, esattamente dal 1981.
        Già da tempo ero part time. Sono stato trasferito dal precedente ruolo ricoperto, su chiamata del capogruppo consiliare, con ordine di servizio. Il segretario di un gruppo consiliare, per la natura fiduciaria del rapporto, viene scelto tra i dipendenti dai gruppi stessi. Tra cinque anni, nella malaugurata ipotesi che PpF non fosse presente, dovrei essere riassorbito ad altre mansioni interne, com’è avvenuto ad alcune persone che lavoravano in gruppi non più esistenti, salvo che un altro gruppo mi richiedesse.
        I mezzi il personale e le strutture vengono messi a disposizione dei consiglieri comunali, per l’espletamento delle funzioni connesse al loro mandato, sulla base di quanto previsto dallo statuto del comune e del Regolamento del Consiglio comunale, che puo scaricarsi dal sito del comune. Un’altra fonte legislativa importante inerente l’argomento è il Dlgs 267/2000, TU sull’ordinamento degli enti locali.
        per quanto concerne la mia retribuzione, non penso le interessi il mio 730 del 2008 (che tra l’altro riporta anche altre fonti di reddito). Le posso dire volentieri quanto ho percepito a luglio: 753 euro. a giugno nulla perchè dal 7 maggio all’8 giugno ero in congedo obbligatorio non retribuito avendo scelto di candidarmi.

      • Sig. Antenore,
        francamente credo ci siano ben altre cose a cui guardare. Lo staff della segreteria del sindaco penso abbia una notevole mole di lavoro, del resto la democrazia ha i suoi costi. forse si potrebbe razionalizzare meglio la spesa, magari creando, s efosse possibile, una segreteria unificata, visto che ogni assessore ne ha una, così come i dirigenti (perlomeno i capi dipartimento). Ma da un punto di vista logistico allo stato attuale non penso sia fattibile.
        Non sono fan di tagliani, ma bisogna dare atto che contrariamente al suo predecessore, in quanto a capo di gabinetto, capo ufficio stampa ed altro, ha fatto ricorso all’uso di personale interno, senza dare incarichi esterni.
        Per quanto riguarda questo aspetto, chapeau.

      • Mirko

        Grazie per le chiare informazioni. Le chiedo una ulteriore cortesia, non riesco a trovare nei regolamenti pubblicati nel sito del comune la figura del segretario del gruppo consiliare. Mi può indicare dove venga prevista in forma esplicita o implicita.

        Per quanto riguarda il compenso, ovviamente non è il suo 730 che mi interessa, ma il costo del servizio di segreteria per i gruppi consiliari. Mi sembra uno spreco che un gruppo composto da una persona necessiti di una persona che le faccia da segreteria, quando un gruppo di 22 persone ne ha una sola.

        Visto che siete contro gli sprechi, potreste muovervi anche per togliere questa anomalia. E’ un piccolo spreco, ma tanti piccoli sprechi sono un grande risparmio.

      • PpF

        Caro Mirko,
        Progetto per Ferrara non considera in nessun modo uno spreco un segretario per un consigliere che eroga un servizio ai cittadini, che contribuisca alla trasparenza, come fatto per il laboratorio dell’acqua, considera uno spreco un segretario per qualsiasi gruppo consiliare (indipendentemente dal numero dei consiglieri) che lavora per la casta e i poteri economici che schiacciano la nostra città. Lei cosa ne pensa in merito a questo argomento?
        Fra cinque anni vedremo se il servizio da noi fornito sarà inferiore alle sue aspettative (ma conosciamo già la risposta, conoscendo lei), e alle aspettative dei ferraresi.

      • Mirko

        C’è un problema in questo post. I commenti si fermano a 5 e non riesco a leggere il commento 11 di PPF.

      • Mirko

        Adesso sono riuscito a leggere il commento 11 (dev’essere, come dice Storari un problema di browser, io uso Chrome generalmente, mentre adesso sto usando Explorer).
        Rispondendo al commento 11. Il segretario del gruppo consiliare è un dipendente comunale che viene sottratto alle mansioni fino ad allora ricoperte ed assegnato ai gruppi consiliari con le mansioni di segreteria cioè il sovrintendere alle funzioni amministrative redigendo i verbali, sbrigando la corrispondenza, conservando i registri, etc.
        Non vedo quindi come il segretario di un gruppo consiliare composto da una sola persona, non possa non essere considerato uno spreco.
        A meno che il consigliere non si faccia coadiuvare nell’attività politica dal segretario, cosa istituzionalmente scorretta perché il segretario non è una figura politica, ed essendo un dipendente comunale, cioè stipendiato per essere al servizio di tutti i cittadini e non solo di una parte, non può fare politica.
        In sostanza, bene se il consigliere è al servizio del cittadino, ma siccome il segretario è al servizio del consigliere, sarebbe ancora “più bene” se il segretario tornasse al servizio del cittadino in un qualche ufficio.

      • marisa

        “Il segretario del gruppo consiliare è un dipendente comunale che viene sottratto alle mansioni fino ad allora ricoperte ed assegnato ai gruppi consiliari con le mansioni di segreteria cioè il sovrintendere alle funzioni amministrative redigendo i verbali, sbrigando la corrispondenza, conservando i registri, etc.”…. esatto proprio questo fa Angelo Storari e, come detto precedentemente da Angelo stesso, lo fa part-time.
        Il consigliere al servizio del cittadino, per svolgere al massimo e bene la sua attività, ha bisogno di un segretario: sempre servizio al cittadino é.
        In questo mese di agosto trattasi dell’organizzazione del prossimo consiglio straordinario sul trasferimento del laboratorio della qualità dell’acqua di Pontelagoscuro a Sasso Marconi ancora in corso.
        Per le specifiche delle future attività avrà modo di verificarle sulla stampa nella prossima settimana, sempre ne venga data diffusione.

      Tags:

      Abbiamo fatto molta strada

      PpF su Facebook

      Salviamo il S. Anna

      Operazione “fiato sul collo” – i nostri video

      Guarda i nostri video. Fiato sul collo

      Quorum Zero – Più Democrazia

      http://www.quorumzeropiudemocrazia.it/wp-content/uploads/2012/02/logo_QUORUM-ZERO.jpg

      Democracy Day – 27 Novembre 2011 – Ferrara

      http://www.paolomichelotto.it/blog/tag/democracy-day/

      15 Ottobre

      http://15october.net/it/

      Linee programmatiche consiglio comunale

      Consiglio comunale 09.07.09: Elezione del Presidente e Vicepresidente.

      Scaricate e leggete le Linee programmatiche presentate dalla maggioranza.

      Consigliere comunale

      Il consigliere comunale della nostra lista civica è Valentino Tavolazzi.

      Scaricate il curriculum ed il certificato penale.

      Vai alla pagina riservata dal Comune di Ferrara.

      Scaricate il contratto Tavolazzi - Comune di Ferrara.

      Scaricate il reddito Tavolazzi prima di accettare l'incarico del comune.

      Leggi la relazione che l'allora City Manager Valentino Tavolazzi ha scritto al Sindaco, nel 2002.
      Scaricala.
      Relazione del 2002 sulla piazza "sbrisulona": leggila.


      • Fausto Cellini: i ( passi a raso o varchi a raso) senza taglio di marciapiede non è dovuto il contributo o Tassa Comunale. Sig. Si faccia seguire da una associazion
      • Comitato via Prinella: gentile Diabolik, avrei bisogno URGENTEMENTE di mettermi in contatto con Lei, è possibile? scriva a comitatoviaprinella@gmail.com grazie!
      • Giorgio Montolli: Segnalo questa intervista con il prof. Franco Berrino: http://www.verona-in.it/2015/03/27/franco-berrino-per-il-cibo-la-spesa-fatela-con-la-bisnonna-

      In sintesi

      'Progetto per Ferrara' e' una iniziativa politica aperta, rivolta a tutti i ferraresi, elaborata e promossa insieme a compagni di viaggio, che in questi anni hanno condiviso con me intense battaglie in difesa della salute, dell'ambiente e per il cambiamento della politica.
      Valentino Tavolazzi

      Twitter

      Cento: espulsi per aver chiesto spiegazioni

      Categorie

      Progetto per Ferrara, gruppo consiliare

      Vieni a trovarci sul sito del comune di Ferrara.

      Giorno specifico per il ricevimento al pubblico: mercoledì (mattino 9-13, pomeriggio 16-19)

      Commenti

      Il primo commento di un utente è moderato per evitare offese personali e/o altre parole che possano essere perseguite penalmente, a tutela del blog e degli utenti stessi. In seguito all'approvazione del primo commento di un utente, i successivi non saranno moderati, ma potranno essere rimossi, nei casi di cui sopra.

      Contribuisci





      Progetto per Ferrara

      Via dei Calzolai 184, 44100 Francolino (FE) C.F. : 93074960381

      info@progettoperferrara.org

      Attività mese per mese